BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOTO GP/ La Ducati a Indianapolis in attesa di Stoner

Pubblicazione:

hayden%20Kallio_R375.jpg

La MotoGP sbarca di nuovo negli States, per la seconda volta nella stagione, per il Granpremio di Indianapolis. Assente Stoner, le sorti della casa di Borgo panigale sono nelle mani di Hayden e Kallio. Buoni i ricordi per l’americano, che a Indianapolis si può dire “a casa”, ancora più che a Laguna Seca, dato che vive a poco più di tre ore di macchina dalla mitica pista dell’Indiana. Nel 2008 alla fine di un Gran Premio tormentato da condizioni climatiche proibitive, Hayden riuscì a salire sul secondo gradino del podio per cui, dopo il buon sesto posto di Brno, l’americano spera in un risultato positivo davanti al suo pubblico. Atteso ad una rivincita, invece, Mikka Kallio: dopo la caduta a Brno, il pilota finlandese spera in una buona prestazione sulla pista di Indianapolis

 

Nicky Hayden

“Indianapolis è probabilmente la gara a cui tengo maggiormente, la pista è a sole tre ore di macchina da casa mia e la MotoGP qui sta diventando sempre più popolare. L’anno scorso tutto l’evento è stato fantastico, c’era un grande pubblico e il circuito di Indy ha fatto un ottimo lavoro nell’organizzare la sua prima gara, rendendoci tutti orgogliosi. Ovviamente mi piacerebbe molto un fine settimana simile: fino ad oggi abbiamo avuto una stagione dura, inutile negarlo, ma anche se vorrei che potessimo contare su più certezze, non vuol dire che non daremo assolutamente il massimo. La pista in se stessa mi piace abbastanza anche se è molto piatta. La parte più difficile è adattarsi ai diversi tipi di asfalto che si trovano nelle varie sezioni della pista ed interpretare al meglio quelle con più o meno “grip”. Non dovremmo avere un altro uragano, il tempo dovrebbe essere buono, quindi staremo a vedere come andrà. Ultima cosa, ma non meno importante, a Indy userò un casco speciale, ma speciale davvero. Avrà il logo dell’associazione “Make a Wish” ed altri disegni e dopo la gara lo metteremo all’asta per beneficenza. Il ricavato andrà all’associazione che permette ai bambini di realizzare un sogno. Nel mio sito ci saranno le foto per vederlo. Collaboro per questa associazione da 5 anni e mi ha sempre fatto sentire bene poter dare una mano: quanto a me, ho già in mente il mio desiderio per questo fine settimana”.

 

Mikka Kallio

“Domenica correrò per la prima volta un GP a Indy perché, anche se ci siamo venuti l’anno scorso, non abbiamo potuto fare la gara per colpa della cattive condizioni del tempo. In ogni caso non posso dire di non conoscere la pista perché abbiamo fatto tutti i turni di prove, compreso il warm-up: non è esattamente il tipo di tracciato che preferisco ma rimane “ok”, a parte l’asfalto. Ce ne sono tre tipi diversi e questo rende decisamente più difficile trovare il set up per la moto. In ogni caso faremo del nostro meglio, mi piacerebbe lottare intorno alla quinta o sesta posizione”.



© Riproduzione Riservata.