BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AUTO/ Mercedes SLS AMG GT3: sportiva purosangue

Pubblicazione:

Mercedes SLS AMG GT3_R375.jpg

In occasione del lancio sul mercato di SLS AMG, il 27 marzo 2010, Mercedes-AMG presenta la versione GT3 della sportiva purosangue: questa versione da corsa della nuova “Ali di gabbiano” si caratterizza per il suo spettacolare design e tecnologie derivate dal Motorsport. Progettata per rispettare il regolamento GT3 della FIA (Fédération Internationale de l’Automobile), SLS AMG GT3 è stata concepita come vettura da corsa destinata ai clienti che competono in gare di velocità e di regolarità su lunghe distanze. Questi trofei per vetture GT derivate da modelli di serie si contraddistinguono per un'ampia varietà dei partecipanti ed un clima di grande passione. Grazie ai costi organizzativi relativamente bassi, queste competizioni stanno conquistando una popolarità sempre maggiore a livello mondiale.

AMG, il marchio Performance di Mercedes-Benz, con la nuova SLS AMG GT3 entra in un nuovo settore che comprende sviluppo, produzione e vendita di vetture destinate all’utilizzo in pista. La vendita di queste sportive da competizione avrà inizio a partire dall'autunno del 2010, mentre la procedura di omologazione della versione GT3 verrà completata in tempo per l'apertura della stagione di corse 2011.

La nuova SLS AMG GT3 si presenta ampia e ribassata, con un look grintoso da vera vettura da competizione. Nel modificare la carrozzeria di questo modello con le porte ad “ali di gabbiano” si è tenuto conto soprattutto delle prestazioni aerodinamiche, come appare evidente non soltanto dal nuovo spoiler anteriore con splitter, dal cofano motore con presa d'aria centrale e dai parafanghi ampliati sia anteriormente che posteriormente, ma anche dalle feritoie di ventilazione sui passaruota, dalle minigonne laterali con canali di raffreddamento per i freni posteriori, dal sottoscocca piatto con diffusore posteriore e dall'alettone regolabile al posteriore. T

utti questi accorgimenti sono mirati ad assicurare una minima resistenza aerodinamica e la massima deportanza, garantendo al tempo stesso un efficace raffreddamento dei componenti maggiormente sollecitati dal punto di vista termico. Nei montanti posteriori sono alloggiati i bocchettoni a norma per l'impianto di rifornimento rapido del carburante.

 

Per continuare a leggere l’articolo, clicca il pulsante >> qui sotto

 



  PAG. SUCC. >