BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AUTO/Peugeot premia le città verdi

Pubblicazione:

Peugeot verde_R375.jpg

Anche quest’anno Peugeot, main sponsor dell’undicesima edizione del Premio « La Città per il Verde », ha riservato ai vincitori, in comodato d’uso gratuito per un anno, una 308 SW 1.6 HDi FAP che si contraddistingue per le sue ottime performance ambientali garantite da un motore diesel abbinato al FAP Per sottolineare il suo impegno a favore dell’ambiente e della qualità della vita, Peugeot ha deciso di sponsorizzare per il sesto anno consecutivo « La Città per il Verde », concorso organizzato dalla Casa Editrice « Il Verde Editoriale » che si è svolto il 10 settembre 2010 presso il FLORMART/MIFLOR di Padova, durante il quale Carlo Leoni (Direzione Relazioni Esterne di Peugeot Italia) ha consegnato le Peugeot 308 ai Comuni e Province italiane che si sono distinte maggiormente per realizzazioni, programmi o metodi di gestione innovativi, finalizzati all’incremento del patrimonio verde pubblico e al miglioramento delle condizioni ambientali del territorio di loro competenza. I vincitori di quest’anno sono stati :

 

1a Categoria (comuni fino a 5.000 abitanti)- CONA (VE) per l’esemplare recupero di uno spazio urbano degradato a piazza di pregio attraverso il rifacimento della pavimentazione e un’armonica disposizione delle aree verdi e dell’area destinata al parcheggio. Si sottolinea inoltre la particolare cura dedicata alla scelta dei materiali e alla varietà degli elementi vegetali, tra i quali spiccano tre diversi tipi di roseto, alberi a alto fusto e cipressi.

 

2a Categoria (comuni fino da 5.000 a 15.000 abitanti)- CANDELO (BI) per la molteplicità di realizzazioni che spaziano dalla riqualificazione dell’area medievale che circonda la rocca del Ricetto alla realizzazione dell’area gioco « Il Parco dell’albero d’oro » ; dalla salvaguardia dei vitigni del passato alla protezione dell’ambiente e alla didattica naturalistica, che si svolge nell’ « Aula Verde » posta all’interno della Riderva Naturale delle Baragge. Pregevole anche l’impegno nella comunicazione e didattica.

 

Per continuare a leggere l’articolo, clicca il pulsante >> qui sotto

 




  PAG. SUCC. >