BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MERCATO AUTO/ A febbraio immatricolazioni in picchiata del 10,2%. Fiat -15,8%

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Un nuovo record negativo per il mercato dell’auto europeo. Il calo delle vendite non si arresta e, nel mese di febbraio 2013, il numero delle immatricolazioni si attesta a quota 829 mila, il 10,2 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le nuove vetture registrate nel primo bimestre dell’anno sono 1 milione 748 mila, una cifra in flessione, rispetto al 2012, del 9,3 per cento. In un quadro che si fa sempre più buio e che sembra non conoscere ripresa il gruppo Fiat registra quasi 56mila vetture per una quota del 6,8%, in crescita di 0,2 punti percentuali rispetto a gennaio 2013 e di 0,8 punti percentuali rispetto a dicembre 2012. A pesare sul risultato del gruppo è il risultato negativo del mercato italiano che in febbraio perde il 17,4% delle vendite. Risultati positivi per Fga arrivano dal Regno Unito dove aumenta i volumi di vendita dello 0,7 per cento rispetto a febbraio 2012. Fiat Group Automobiles ha però immatricolato a febbraio nell'Ue a 27 più i Paesi Efta 55.985 nuove autovetture, in calo del 15,7% rispetto alle 66.448 unità di febbraio 2012 (-6,7%, 46.838 unità). Nel primo bimestre dell'anno il Lingotto ha ceduto il 14% a 117.067 unità. A trascinare le vendite del gruppo torinese si confermano ancora una volta Panda e 500: i due modelli, infatti, nel mese di febbraio si attestano al 16,8 e al 12 per cento di quota, staccando notevolmente tutte le concorrenti dello stesso segmento. Bene anche la Freemont, tra le più vendute (con quasi il 6 per cento di quota) nel suo segmento. Il marchio Fiat ottiene buoni risultati anche in altri Paesi, come la Germania (quota al 2,4 per cento, +0,1 punti percentuali), Francia (2,8 per cento di quota, +0,2%) e Spagna (quota al 3,1 per cento, +0,1%). 



© Riproduzione Riservata.