BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAR SHARING/ La city car? Non la compro: la condivido. Il caso di Car2Go con le sue Smart Fortwo

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una delle Smart Fortwo in sharing a Firenze  Una delle Smart Fortwo in sharing a Firenze

Mettiamo il caso che abitiate in una grande città: Roma, Milano, ma anche Torino. O magari Bologna o Genova. Mettiamo anche che possediate una city car, acquistata per muovervi e parcheggiare con disinvoltura in città. Mettiamo infine che tra manutenzione obbligatoria, assicurazione, tassa automobilistica spendiate almeno 2.400 euro (dati ACI relativi alla Smart Fortwo) tra bollo, assicurazione, revisione e inevitabili piccoli interventi di tagliando, senza contare la quota interessi equivalente a quanto vi avrebbe reso il vostro denaro lasciato in banca (anziché al concessionario). Senza contare le rimozioni a tradimento (quelle effettuate ad esempio durante le vacanze per interventi o traslochi) e le multe conseguenti. Siamo proprio sicuri che non vi convenga noleggiarla, quell'auto, anziché comprarla? Pensateci bene: niente esigenza di avere un box o un posto auto, niente problemi con ztl, niente limitazioni di parcheggio, niente questioni con meccanici che - specie se siete donne - danno per scontato che non capiate un'acca di motori, niente scadenze da rispettare, neppure il problema delle gomme da gonfiare o del serbatoio da rifornire. Niente di niente, se non localizzare l'auto più vicina a voi, su cui salire e da parcheggiare dove volete.

La soluzione si chiama “free floating” e l'ha inventata Daimler, che con il suo Car2go ha disseminato di circa 14mila Smart Fortwo (delle quali 1.650 sono veicoli elettrici) le città di mezzo globo conquistando 1,1 milioni di clienti in tutto il mondo (650mila in Europa) ed è leader di mercato mondiale nel campo del carsharing a flusso libero. A Milano sono 700 le vetture disponibili, a Roma 600, a Firenze 200, a Torino 450 e l'azienda è in trattativa con Bologna e Genova per l'introduzione del servizio. Il 90% degli utenti sfruttano il servizio per una sola tratta (andata o ritorno) di circa 15 chilometri per una mezz'ora.



  PAG. SUCC. >