BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OMICIDIO STRADALE/ Così un colpo di frusta potrà costarci il carcere

Pubblicazione:

Lapresse  Lapresse

La norma «pone sullo stesso piano il ferimento con l’omi­cidio per semplice colpa, visto che le conseguenze sono analoghe» scrive il direttore di Quattroruote Gian Luca Pellegrini. «Nessuno mette in dubbio», prosegue, «che un ina­sprimento delle regole fosse auspicabile e forse addirittura necessario: trop­pi, negli ultimi anni, i casi in cui alcol e droga hanno causato drammi in grado di scatenare una formidabile indigna­zione pubblica. Il problema sta in una serie d’incongruenze e paradossi venuti alla luce soltanto ora che s’ini­ziano ad applicare le nuove norme».

Pellegrini non è l’unico ha esprimere dubbi e perplessità. Persino la Procura di Trento, il 29 marzo scorso, a pochi giorni dall’entrata in vigore della nuova legge, in una circolare ha criticato la formulazione dell’art. 589-bis c.p. in particolare in quanto sarebbe “totalmente dimenticata la colpa generica (imperizia, negligenza, imprudenza) che, pure, in astratto potrebbe caratterizzare l’atteggiamento psicologico del responsabile, spesso unitamente a profili di colpa specifica (appunto integrata dalla violazione di determinate norme sulla disciplina della circolazione stradale)”.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
01/08/2016 - Come sempre (Alessandro Di Giacomo)

Come sempre in italia per colpa di qualche str.. ci rimettiamo tutti quanti...