BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BRUCE SPRINGSTEEN/ Il Boss parla: il video integrale dell'intervista di Parigi

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Bruce Springsteen visto da vicino nelle sue stesse parole. Dopo averlo ammirato sui palcoscenici d'Italia in tre straordinari e coinvolgenti concerti che hanno visto la partecipazione di decine di migliaia di spettatori a Milano, Firenze e Trieste, ecco l'intervista. Registrata nello scorso febbraio a Parigi dove il Boss si recò a presentare ai giornalisti europei il suo nuovo disco, "Wrecking Ball", viene adesso trasmessa integralmente come video dal sito del Corriere.it. Si tratta di ventidue minuti di conversazione con sottotitoli in italiano in cui l'artista americano fa il punto sulla sua carriera, le nuove canzoni, il significato della sua esperienza artistica e musicale, ricordando anche il grande amico Clarence Clemons, sassofonista della E Street Band scomparso esattamente un anno fa. Tra una domanda e l'altra video di esibizioni colte nel corso della sua lunga carriera comincata discograficamente nel 1973. Wrecking Ball. A Conversation with Bruce Springesteen è online sul sito del Corriere della Sera e alleghiamo il video a questa notizia. A proposito dell'amico scomparso, ad esempio, Springsteen dice: "Ho conosciuto Clarence quando avevo 22 anni... l’età di mio figlio. Lui accendeva l’immaginazione di chi gli stava intorno. Accendeva la mia immaginazione e i miei sogni. Mi veniva voglia di scrivere canzoni per quel suono di sax. Per questo perdere Clarence è stato come perdere qualcosa di essenziale, come perdere la pioggia o l’aria". A proposito dello scrivere canzoni dice invece che si tratta di attesa che arrivi l'ispirazione giusta, come attendere una apparizione, succede all'improvviso "come l'allineamento planetario". E delle sue canzoni dice che ha sempre voluto grazie ad esse misurare la distanza tra la realtà e il sogno americano. Bruce Springsteen, che compirà 63 anni il prossimo settembre, sta continuando il suo tour europeo dopo essersi esibito negli Stati Uniti. Il suo ultimo disco è la rappresentazione del momento di crisi economica attraversato da tutto il mondo occidentale. Nelel sue parole, queste crisi sono cicliche, è successo nell'800, è successo negli anni 30, poi negli anni 70 e adesso di nuovo. Per questo, spiega, ha voluto usare musiche tradizionali americane alcune delle quali risalgono ai tempi della Guerra civile. 



  PAG. SUCC. >