BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALIA LOVES EMILIA/ Il concerto di Ligabue e amici per i terremotati, il 22 settembre al Campovolo

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Di nuovo musica per l'Emilia. Dopo il grande successo del concerto tenuto qualche sera fa allo stadio di Bologna davanti a oltre 40mila spettatori (in diretta televisiva) che ha raccolto oltre due milioni di euro, adesso si replica. Se il concerto di Bologna era stato organizzato da Beppe Carletti dei Nomadi e prevedeva la presenza solo di artisti emiliani e romagnoli, adesso Ligabue pensa più in grande, come suo solito. Il cocnerto da lui organizzato per il prossimo 22 settembre infatti si terrà al Campovolo di Reggio Emilia, un'area da lui già usata in passato e capace di contenere oltre centomila persone. E questa volta il palco sarà aperto ad artisti di tutta Italia. Secondo quanto comunicato, infatti, ci saranno Ligabue, Antonacci, Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Lorenzo Jovanotti, Litfiba, Mannoia, Negramaro, Nomadi, Pausini, Renato Zero e Zucchero. I biglietti per l'evento saranno messi in vendita a partire dalle 16 di dimani 28 giugno al prezzo di 25 euro nelle prevendite abituali anche online. Il sito ufficiale dell'evento è italialovesemilia.it dove trovare tutte le informazioni del caso. Ancora non si sa se la serata sarà trasmessa in diretta televisiva. Un nuovo grande evento di beneficenza dunque per raccogliere fondi per i tanti sfollati che vivono ancora nelle tendopoli e anche per ricostruire abitazioni, chiese e aziende danneggiate dalle scosse di terremoto. Ligabue stesso aveva partecipato alla serata di Bologna eseguendo due canzoni in acustico, e aveva già promesso che avrebbe fatto qualcosa per i terremotati. Come già a Bologna, mancherà anche al Campovolo Vasco Rossi, il grande artista emiliano che ha detto di preferire la beneficenza fatta privatamente che quella in pubblico attraverso eventi come questi. Tra l'altro in coda all'evento di Bologna a cui Vasco era stato invitato dal tastierista dei Nomadi, sono scoppiate le abituali polemiche e il botta e risposta tra vasco e Beppe Carletti. Episodi che francamente alla luce dei motivi per cui si fanno queste iniziative, e cioè la solidarietà e la benficenza, sarebbe meglio evitare. 



© Riproduzione Riservata.