BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RADIO ROCK/ Mohammed's Radio, la risposta del rock alla spending review

Pubblicazione:

Warren Zevon (Infophoto)  Warren Zevon (Infophoto)

Cioè: stai male, la vita ti mette all'angolo e questo ti deve far venire voglia di una cosa sola: suonare, ascoltare del rock'n'roll. Ti farà bene, stanne certo. E' la radio di Mohammed, Maometto tanto per rimanere sul tema del petrolio, a fornire questa via di scampo: "Ho sentito qualcuno che cantava in modo dolce e pieno di anima, alla radio, la radio di Maometto". Ovviamente è una radio che non esiste, è una sorta di stazione pirata, di quelle che negli anni Sessanta permisero al rock'n'roll di diffondersi in barba alle restrittive leggi del monopolio di Stato, e oggi c'è bisogno più che mai di una di queste radio pirata. C'è bisogno di un abbraccio, c'è bisogno di una stretta forte, perché non riuscire ad arrivare alla fine del mese mentre tutti ti dicono come dovresti comportarti, è dura. Come solo i grandi della musica hanno saputo fare, in un brano che esalta lo spirito consolatorio, liberatorio e positivo della musica rock, Warren Zevon non ha scelto la formula musicale del brano appunto rock. 

Mohammed's Radio è una dolce e malinconica ballata al pianoforte, che si apre in uno dei ritornelli più antemici e folgoranti di sempre. Perché fare musica rock non significa ripetere all'ossessione quei due, tre accordi che fanno tutti. Far musica rock significa saperne evocare il contenuto, l'essenza... Che è sempre, se è vera musica rock, uno solo: speranza. E allora anche Radio Rock come si intitola questa rubrica passa con piacere le proprie frequenze all'unica radio che ci permette di arrivare alla fine del mese e di fare il pieno di benzina con la giusta dose di speranza: è la radio di Mohammed. 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >