BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RADIO ROCK/ Mohammed's Radio, la risposta del rock alla spending review

Pubblicazione:

Warren Zevon (Infophoto)  Warren Zevon (Infophoto)

MOAHMMED'S RADIO – Warren Zevon, album: “Warren Zevon”; anno di pubblicazione: 1976 -  -"Everybody's desperate trying to make ends meets, work all day, still can't pay the price of gasoline and meat" ("Cercano tutti disperatamente di arrivare alla fine del mese, lavorano tutto il giorno eppure non riescono a pagare il prezzo della benzina e della carne"). Una canzone anti spread, anti crisi economica, anti spending review? Non esattamente, perché il brano in questione, Mohammed's Radio, venne pubblicato su di un disco della metà degli anni Settanta. Esattamente, il 1976. Il disco si intitolava con il nome e cognome  dell'autore, il compianto Warren Zevon, uno dei massimi compositori dell'intera lunga avventura della musica rock, scomparso nel 2003 per una rara forma di tumore.

Il fatto che parte delle liriche di questa canzone suonino così terribilmente attuali, dimostra quando una canzone è opera di genialità pura. Sono infatti le canzoni (così come qualunque altra opera d'arte) che superano i limiti  e le costrizioni del tempo, quelle capaci di avere significato a prescindere del contesto per cui sono state scritte, a potersi fregiare del titolo di opera d'arte. Sarà per questo che ogni singola canzone di Bob Dylan, scritta in circostanze particolari come la crisi dei missili a Cuba, è ancora oggi attuale e significativa. Per il semplice motivo che non viene mai citata la crisi dei missili a Cuba, ma la realtà dell'uomo di ogni tempo. Mohammed's Radio venne scritta ai tempi di un'altra crisi economica, che le persone intorno alla cinquantina ricordano assai bene. Quando, per far fronte al prezzo impazzito del petrolio, si arrivò in diversi Paesi occidentali, Italia compresa, al regime dell'austerità, quando il traffico veniva bloccato non per paura dell'inquinamento, ma per risparmiare benzina.

Dal vivo Zevon includeva sì un riferimento temporale, citando invece dello sceicco che si trova nella versione di studio, l'allora presidente Jimmy Carter ("che anche lui ha i suoi problemi"). Chi potrebbe citare oggi Zevon se fosse ancora vivo? Magari Angela Merkel. Mohammed's Radio però non ha solo questo aspetto da canzone della classe operaia, che già le varrebbe più di un merito. Mohammed's Radio è un inno al potere e alla forza rigenerante che sono proprie della musica rock. In un mondo che disattende le più elementari esigenze dell'uomo, dal riuscire ad arrivare alla fine del mese al rispetto per il proprio io ("Tutti quanti sono inquieti, non hanno un posto dove andare, c'è sempre qualcuno che dice loro cosa fare, qualcosa che sanno già tanto che la rabbia e il risentimento crescono di continuo"), per Zevon c'è una possibilità di uscita. "Non ti fa venire voglia di suonare del rock'n'roll, per tutta la notte"? si chiede nel ritornello.



  PAG. SUCC. >