BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Analisi/ Il testo di 'Invisibili' di Cristiano De Andrè, prima canzone del Festival di Sanremo 2014

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

E infine quel ritornello, con tutta la tristezza che solo i genovesi sanno esprimere: "Stu ténpu Ch’u s’è pigiòu a beléssa e u nòstru cantu Pe ripurtane inderée sénsa ciü un sensu Ma òua che se vedemmu Dumàn tüttu u cangiàa Stu ténpu Ch’u s’è pigiòu a beléssa e u nòstru cantu E u l’à ripurtòu inderée sensa ciü un sensu Ma òua che ghe vedemmu Dumàn tüttu u cangia". Un ritornello che porta con sé un raggio di speranza: questo tempo che si  portato via la bellezza e il nostro canto, e ce lo ha riportato indietro senza alcun significato, ma adesso che lo vediamo, domani tutto cambierà".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.