BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FRANCESCO GABBANI / Eurovision 2017, Occidentali’s karma tradotta in inglese (Oggi, 16 febbraio)

Eurovision 2017, Francesco Gabbani fa impazzire tutti con il brano Occidentali's karma che in occasione dell'Eurovision Sound Contest sarà in parte tradotto in inglese

Francesco Gabbani Francesco Gabbani

Dopo il trionfo sul palco del Festival di Sanremo con il brano Occidentali’s Karma, Francesco Gabbani non si è fermato un attimo. Il cantante continua a partecipare ad eventi preparandosi contemporaneamente all’Eurovision che lo vedrà protagonista quale vincitore della kermesse musicale sanremese. La 56° edizione dell'Eurovision Song Festival si terrà in Ucraina, a Kiev. Le due semifinali si terranno il 9 e il 10 maggio mentre la finalissima che sarà trasmessa dalla Rai andrà in scena il 13 maggio. Per l’occasione, il brano Occidentali’s Karma verrà tradotto in parte in inglese come rivela l’autore e direttore d’orchestra Luca Chiaravalli, che a Sounds Blog ha dichiarato: “Faremo delle modifiche ed inseriremo delle parti in inglese perché altrimenti il pubblico di riferimento rischierebbe di non capire fino in fondo il significato del testo. La scimmia messa in quel modo potrebbe sembrare una stupidata. Lo scopo è far capire il significato della canzone pure a chi non conosce la nostra lingua”. La canzone vincitrice di Sanremo 2017 è già entrata nelle classifiche di 15 Paesi. Francesco Gabbani, dunque, ha buone possibilità di salire sul podio?

Ha messo d’accordo proprio tutti, pubblico e critica. Il brano di Francosco Gabbani è uno dei più trasmessi dalle radio e scaricati sulle piattaforme digitali. Dietro la canzone allegra e leggera, tuttavia, si nasconde un brano dal significato profondo. A spiegarlo è stato il vincitore del Festival di Sanremo 2017 ai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni. “Si intuisce dal titolo l’accostamento tra due culture diverse - ha spiegato Gabbani a Tv Sorrisi e Canzoni - Il testo sembra un guazzabuglio di parole a caso, ma credo che ci siano degli spunti per riflettere sul mondo di oggi. Si ironizza, in modo provocatorio, sul nostro goffo tentativo di scimmiottare le abitudini dell’Oriente per trovare la pace interiore. La verità è che nelle culture altrui saremo sempre turisti. Tutte le mie citazioni - ha continuato Gabbani a TgCom - come ad esempio Eraclito (Panta Rei, ovvero Tutto scorre), hanno l’obiettivo di provocare. Ho giocato sul fatto che dietro al nostro modo di essere intellettuali in realtà siamo tutti delle scimmie con dei vestiti”.

© Riproduzione Riservata.