BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Musica e concerti

JUSTIN BIEBER/ Pianificava un attentato ad un suo concerto: gallese condannato all'ergastolo

Stava pianificando un attentato nel giorno del concerto di Justin Bieber a Cardiff: un gallese di soli 17 anni, associato all'Isis, è stato condannato all'ergastolo.

Justin BieberJustin Bieber

Erano i mesi della strage di Manchester e anche Justin Bieber si trovava alle prese con il suo Purpose Tour, che l'aveva portato anche in varie città europee (tra le quali, non potete certo dimenticarlo, anche Milano). E proprio nel periodo in cui l'attenzione dell'intelligence inglese era altissima, un giovane gallese di 17 anni è stato arrestato e accusato di pianificare una strage ad un concerto della star canadese. Non si trattò di semplici ipotesi, ma di fatti verificati che hanno portato ora il giovane in questione ad ottenere una condanna pesantissima: nonostante la sua giovane età, Lloyd Gunton è stato condannato all'ergastolo e potrà richiedere il rilascio con la condizionale non prima dei prossimi 11 anni. Una pena non mitigata neppure dalla diagnosi di una sindrome nello spettro dell'autismo che secondo la corte britannica non può essere considerata sufficiente dal renderlo incapace di intendere e di volere.

JUSTIN BIEBER: L'ERGASTOLO AL SUO ATTENTATORE

Le prove contro Lloyd Gunton sono state schiacchianti, tanto che il giovane di Cardiff che progettava l'attentato contro Justin Bieber è stato condannato all'ergastolo. Dalle ricerche online alla sicurezza al Millenium Stadium al ritrovamento dello zaino con all'interno un martello, un coltello e una lettera nella quale si dichiarava un 'soldato dello Stato Islamico". Il giovane ha cercato di giustificarsi precisando di voler solo dimostrare le falle nella sicurezza dello stadio in questione: "Volevo sapere quanto fosse facile andare online e ottenere informazioni per organizzare un attentato, non per me, dal punto di vista di qualcun altro". Parole che comunque non sono bastate e che hanno convinto il giudice di come Gunton avesse intenzione di organizzare una strage, proprio come accaduto al concerto di Ariana Grande. Bieber e il suo entourage non si sono espressi, almeno per ora su questa spinosa vicenda, e il cantante canadese continua a dividere il suo tempo tra la conclusione del nuovo album (che potrebbe uscire prima del previsto) e la sua relazione con la fidanzata Selena Gomez.

© Riproduzione Riservata.