BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Musica e concerti

Vasco Rossi, biglietti falsi al concerto dell'Olimpico/ Più di 100 persone truffate: rabbia tra i fan

Vasco Rossi, biglietti falsi al concerto dello Stadio Olimpico di roma: più di 100 persone truffate restano fuori, la rabbia dei fans che non hanno potuto assistere allo show.

Vasco RossiVasco Rossi

Ancora biglietti falsi al concerto di Vasco Rossi. Dopo i casi delle tappe precedenti, più di 100 persone sono rimaste fuori dallo Stadio Olimpico perché vittime della truffa dei biglietti. Inconsapevoli di aver acquistato i biglietti per lo show capitolino del Komandante su un sito clonato, i fan si sono presentati al botteghino dello stadio per ritirare i biglietti. Quando si sono presentati in biglietteria con le ricevute per ritirare gli accrediti hanno ricevuto l’amara sorpresa: i biglietti non esistevano perché acquistati su un sito che non è Vivaticket.it, l’unico rivenditore autorizzato per la vendita dei biglietti del Vasco Non Stop Live Tour 2018. Tanta rabbia tra i fans che, oltre al danno di essere stati truffati, hanno ricevuto anche la beffa non avendo potuto assistere al concerto. La truffa è stata segnalata alla Guardia di Finanza che ha invitato i fans a sporgere denuncia.

VASCO ROSSI, BIGLIETTI FALSI AI CONCERTI DI VASCO ROSSI

Il caso delle 100 persone truffate che non hanno potuto assistere al concerto di Vasco Rossi di Roma è solo l’ultimo. Anche durante gli show di Torino e di Padova, molti fans si sono ritrovati con una ricevuta falsa tra le mani dopo aver acquistato gli accrediti su un sito clonato. Tanta rabbia tra il pubblico del Komandante che avrebbe voluto avere la possibilità di poter assistere ugualmente allo show. Prima ancora dell’inizio del Vasco Non Stop Live Tour 2018, era stata diffusa la notizia della truffa messa in atto sul web con la comparizione di alcuni siti che ricordavano il rivenditore autorizzato Vivaticket.it, ma che in realtà rimandavano a siti differenti come www.privateticket.eu/it/, www.vivaticket.eu e www.vivatiket.eu, tutti siti che non hanno nulla a che fare con il sito ufficiale www.vivaticket.it, unico rivenditore autorizzato. Una brutta sorpresa, dunque, per i fans di Vasco. Ora si spera che la cosa non si ripeti a Bari e a Messina, ultime città toccate dal tour.

© Riproduzione Riservata.