BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

BANKITALIA/ Ecco il "clone" di Draghi che lotta per Palazzo Koch

Palazzo Koch, sede della Banca d'Italia (Foto Imagoeconomica) Palazzo Koch, sede della Banca d'Italia (Foto Imagoeconomica)

Non da ultimo, in Italia - diversamente da Germania o Francia - la vigilanza creditizia è ancora di stretta competenza della Banca d’Italia. È una delle prerogative lasciate dalla riforma del 2005 che ha, tra l’altro, continuato a escludere almeno un passaggio parlamentare di ratifica delle nomina del Governatore. La procedura resta quindi un gioco a tre, fra il Quirinale, il Premier e il Tesoro: sei anni fa Tremonti, pago della caduta di Fazio, lasciò che Ciampi suggerisse il nome a Berlusconi. Stavolta no.

Come andrà a finire? Un pronostico secco? Saccomani governatore “di transizione” (ma era nelle premesse) e Grilli alla direzione generale come “governatore di domani”. E Bini Smaghi alla direzione generale del Tesoro. Un compromesso, certamente, ma non dei peggiori. 

© Riproduzione Riservata.