BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

FINANZA/ Quanto ci costa la vittoria di tappa della signora Merkel?

Angela Merkel e Nicolas Sarkozy (Foto Ansa)Angela Merkel e Nicolas Sarkozy (Foto Ansa)

La Banca centrale, questo sì, sosterrà invece quasi illimitatamente le banche dell’Eurozona col credito perché facciano credito alle imprese: ma anche in questo caso le banche dovranno aiutarsi da sole ricapitalizzandosi (ed è una nuova sfida ai mercati stessi: preferiscono che in Eurolandia resti una struttura finanziaria privata di mercato o vogliono la rinazionalizzazione forzata del sistema?). Con tutto questo non siamo ancora a una sola frazione aggiuntiva di Pil prodotta. Per questo ci vogliono - lo ricorda il documento di Cl sulla crisi citando don Giussani - “le forze che muovono la storia e il cuore dell’uomo”. Nella fattispecie: lavoro, scuola e risparmio, impresa, politica e sussidiarietà.

 

PS: Su Il Corriere della Sera di ieri, Francesco Giavazzi e Alberto Alesina vengono finalmente al dunque della loro stupita delusione per la manovra varata dal loro maestro Mario Monti. Bisogna “aprire il dossier privatizzazioni”. Nomi e cognomi: Enel-Eni-Finmeccanica con l’aggiunta - rispetto a vent’anni fa - delle “mille municipalizzate, A2A, Iren, Acea, Hera”. Però tutto è semi-nascosto in un paragrafo nel giro interno dell’editoriale: evidentemente i due si vergognano parecchio di dover rimettere i panni dei banditori d’asta per cose non loro, che tuttavia le banche d’affari della City vorrebbero vendere volentieri a qualche fondo, approfittando dei prezzi bassissimi in Borsa. “Se l’argomento è che sono aziende strategiche, in questo momento non ce possiamo permettere”, tagliano corto.

Premesso che l’argomento è che sono “aziende strategiche” (lo fosse ancora la Fiat, che è sparita come grande industria, ma si guarda bene dal recedere come grande azionista de Il Corriere della Sera), almeno si mobilitasse un po’ il capitalismo nazionale, se ha ancora un po’ di capitali e soprattutto di spirito imprenditoriale: ad esempio, quella famiglia Agnelli cui tanto lo Stato ha dato (anche ultimamente) e cui a suo tempo furono consegnate due “aziende strategiche” come Telecom ed Edison. Una rischia dopo un decennio di finire a Telefonica (“azienda strategica” spagnola), l’altra sta finendo a Edf (“azienda strategica” francese).

© Riproduzione Riservata.