BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

FINANZA E POLITICA/ Mps: meglio la nazionalizzazione o commissariare?

InfophotoInfophoto

Rifiutiamo di pensare che la Vigilanza abbia remore legate all’oggettivo incidente accusato in fase autorizzativa all’origine del “crash” Montepaschi: l’acquisizione Antonveneta del 2007. Analogamente, non prendiamo in minima considerazione i rumor polemici su presunte attenzioni speciali a una città-banca da sempre al centro del potere del Pci-Pds-Ds-Pd: per di più nella Toscana del neo-leader Matteo Renzi. In ogni caso, Profumo e l’amministratore delegato Fabrizio Viola non si sono ancora formalmente dimessi e c’è ancora tempo anche per verificare le conseguenze dello strappo assembleare su tutte le sponde: Borsa, agenzie di rating, Ue.

È altresì probabile che lo stesso Tesoro - titolare della vigilanza sulle Fondazioni - cominci a valutare il passo finora mai compiuto di commissariare una Fondazione. A Siena gli estremi non mancherebbero: la Rocca è l’unico ente che si è indebitato per mantenere il controllo della banca conferitaria, di cui oggi ostacola il rilancio, mettendo a repentaglio il suo stesso investimento e rifiutando perfino l’offerta di sostegno da parte di altre Fondazioni. Anche nel caso del recente rinnovo dei vertici della Fondazione Carige, peraltro, lo spettacolo è stato ben poco edificante. Eppure la cautela del ministro-tecnocrate di via XX Settembre è quanto meno comprensibile: le Fondazioni restano ancora troppo importanti all’interno della disastrata Azienda-Italia. E togliere virtualmente la fiducia a tutte le 88 “sorelle” dell’Acri potrebbe innescare reazioni imprevedibili.

Se a Siena la magistratura è tornata di fatto “in sonno” sul caso della banca cittadina, altri palazzi di giustizia potrebbero rispolverare pratiche già sperimentate: come “l’arresto” del 40% di AntonVeneta che nel 2005 la Popolare di Lodi aveva rastrellato sul mercato.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
30/12/2013 - Domandina, idiota.... (luciano dario lupano)

Ma da quelle parti nessuno va in galera? Sono proprio tutti "amici"!!?? La certezza del Diritto!!!! BAH!!! Ed in ultimo, poveri Dipendenti!!!!

 
30/12/2013 - La destra si lamenta?...Saccomanni è affidabile?.. (pier luigi tossani)

La destra si lamenta della gestione del caso MPS?... ma è stato Berlusconi che, nel 2009, ha erogato 1,9 mld di euro di Tremonti-bond, al Monte, già impelagato nelle sue truffe: Berlusconi, Monti, PD: non si salva nessuno. Quanto all'affidabilità accordata dal Sussidiario al ministro Saccomanni, ricordo che il ministro è fra quelli che ha detto che la crisi sta passando, e che stiamo per rivedere la "crescita" nel 2014... mentre la crisi è antropologica, e stiamo andando a picco, come dico meglio qui: