BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

SPILLO/ Bce: FT gioca pesante con Draghi-leaks

Mario Draghi (Infophoto)Mario Draghi (Infophoto)

Diamo per scontata, ovviamente, la costante, quasi idiosincrasica preoccupazione anglo-americana di “contenere” l’Europa germanocentrica: una preoccupazione che risente anche del pessimo sangue che corre in queste settimane fra il cancelliere tedesco Angela Merkel e il premier britannico David Cameron. Forse i Draghi-leaks non seguono a ruota i ben più imbarazzanti Lux-leaks che hanno già azzoppato Jean-Claude Juncker, neo-leader dell’Ue imposto dalla Germania? Nessuno sa se e quando Juncker dovrà forse dimettersi. Nessuno sa se e quando un ennesimo incidente in Bce farà forse titolare a FT: ”Will Mr Draghi have to go?”, la stessa formula usata dallo stesso giornale nel 1962, tre mesi prima che il presidente dell’Eni, Enrico Mattei, perisse in un incidente aereo tuttora oscuro.

Il destino prevedibile di Draghi sarebbe fortunatamente differente, ma prevedibilmente diverso da una giubilazione pura e semplice: da un sacrificio personale sull’altare della propria intelligenza economica. Sul Sussidiario abbiamo già messo nel novero dei pronostici la possibilità che sia l’economista romano il successore di Giorgio Napolitano al Quirinale. E che possa formare con il premier Matteo Renzi un ticket politico che funga da spina nel fianco della Merkel assai più di quanto possa fare il tecnocrate Draghi a Francoforte o il giovane premier democrat Renzi da solo a Roma. I mercati, forse, non hanno perso la fiducia in un personaggio come Draghi. Lo vogliono altrove.

© Riproduzione Riservata.