BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPENDING REVIEW/ Cazzola: statali, esodati e sanità, più "equivoci" che tagli

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Ma il clou sta negli interventi sul Servizio sanitario nazionale. Nel 1978, quando il Ssn venne istituito, Enrico Berlinguer disse che in quella legge vi erano «elementi di socialismo» (dimenticando di aggiungere l’aggettivo «reale»). Non si comprende dove starebbe la “macelleria sociale” (il termine è stato adottato pure dalla Confindustria dopo i giri di valzer tra Camusso e Squinzi). Forse nel taglio annunciato di posti-letto? Siamo seri. Quando non sono in corso rischi di interventi razionalizzatori, tutti si scagliano contro gli ospedaletti di provincia, dicendo che, in realtà, sono poco più che infermerie, del tutto inadeguate ad affrontare patologie di una qualche gravità.

I servizi televisivi, a caccia di episodi di malasanità, ci propinano casi di persone ricoverate in questi presidi, poi costrette ad andare altrove per poter disporre delle cure necessarie, sottoponendosi a veri e propri esodi, spesso con conseguenza letali. Gli assessori regionali alla Sanità, quando sono in vena di dire la verità, raccontano, nelle tavole rotonde, le difficoltà che incontrano nel ristrutturare o chiudere i piccoli ospedali di provincia, divenuti centri di spesa pressoché inutili. A loro tocca affrontare numerose opposizioni organizzate e promosse dal personale dei nosocomi e soprattutto dai primari (veri e propri generali senza esercito) che riescono a sollevare le proteste delle autorità locali e delle comunità, per le quali avere un ospedale sotto casa è una questione di prestigio e di (apparente) comodità; ma senza sicurezza.

Ci raccontiamo queste storie da sempre, salvo dover constatare che, ogni qual volta si affronta il problema della chiusura di tali strutture, gli interessi colpiti si travestono da grandi questioni di principio. Lo avete notato? Ogni portantino, ogni usciere e ogni bidello (chissà perché le pulizie nelle scuole non possono essere affidate in appalto?) impersonano di per sé una particella di quel socialismo di cui parlava Berlinguer.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.