BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Alemanno: «La sussidiarietà sarà la mia stella polare»

Pubblicazione:

alemanno conf_FN1.jpg

Lo si era già visto in campagna elettorale: l’ultimo giorno di sfida al Campidoglio, il futuro sindaco Gianni Alemanno lo aveva trascorso visitando alcuni centri e istituzioni impegnate nell'assistenza (tra cui il centro Aiuto alla Vita, un servizio per le situazioni di maternità e paternità difficile; il quartiere di Tor Bella Monaca e il ricovero dei senza fissa dimora gestito da padre Sebastian). E aveva accompagnato la visita con queste parole: «credo che il sociale debba essere la frontiera più avanzata che un Comune può raggiungere». E per fare questo, aveva detto Alemanno, è fondamentale l’applicazione del principio di sussidiarietà, «un principio con cui si riescono a valorizzare tutte le realtà che nascono nel territorio, tanto le associazioni quanto le famiglie».
Dopo la vittoria elettorale, il neosindaco è ritornato nei giorni scorsi sullo stesso concetto, rilanciandolo: «la stella polare nel mio lavoro di sindaco sarà il principio della sussidiarietà». Questo ha detto Alemanno partecipando alla prima giornata dal 23/o congresso delle Acli. «Sarà la sussidiarietà a guidare il mio lavoro», ha sottolineato il primo cittadino di Roma. E proprio attraverso la sussidiarietà «bisogna permettere ai cittadini e alle organizzazioni la libertà di scelta dei servizi».
In caso contrario, il rischio reale è la «strumentalizzazione». L'idea di Alemanno è di creare un nuovo modo di impostare il sociale: «Bisogna passare dal welfare state alla welfare community, o welfare society. Questi sistemi si fanno attendere da tempo. Bisogna fare in modo che ci sia questo passaggio nel modello sociale». In tal senso, le risposte, ha aggiunto, non possono che venire dalla comunità piuttosto che dalla burocrazia. «In questi giorni di campagna elettorale - ha detto - ho scoperto tante comunità ed identità abbandonate a se stesse. E il paradosso è che più sono abbandonate a se stesse e più sono autentiche», mentre l'accostamento di queste alla politica spesso crea «strumentalizzazioni e sudditanze». «Bisogna fare in modo che queste realtà» godano della sussidiarietà e in questo percorso, Alemanno evidenzia il contributo del volontariato.

(Foto: Imagoeconomica)


© Riproduzione Riservata.