BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Calearo: io, imprenditore del Nord-est, lascio il Pd di Bersani-Visco

Pubblicazione:mercoledì 11 novembre 2009

CalearoMassimo_R375.jpg (Foto)

 

 

Certo. Quando si ipotizzava un partito federato del Nord la classe dirigente romanocentrica del Pd ha sempre detto di no. Purtroppo non si sanno liberare dalla loro impostazione tosco-emiliano-romagnola. Questo è evidente nella spartizione dei poteri che sta avvenendo nel partito.

Il malessere degli amministratori del Pd al Nord porterà ad altre defezioni? Dopo Cacciari cosa farà Chiamparino?

Non so cosa farà, ognuno prende delle decisioni in base alla sua storia. Chiamparino era l’unico che avrebbe potuto cambiare questo partito, ma è stato sedotto e abbandonato affinché non si candidasse.

Il bipolarismo è un modello destinato a morire in breve tempo secondo lei? Come cambierà il quadro politico nel prossimo futuro?

Il disegno veltroniano, forse troppo ardito, ci aveva portato a un sistema con 5 partiti, costringendo Berlusconi a formare dal predellino un Pdl che a mio parere non avrà lunga vita.
Mi sembra evidente che il bipolarismo si disgregherà o rimarrà un “bipolarismo all’italiana”, con molti partiti incapaci di un consenso a due cifre. Credo che a questo punto serva un soggetto politico moderato e riformista che possa essere vicino alle imprese e a chi ci lavora.

A chi guarderà questa nuova formazione?

Come ho detto a Bersani: “Vado a costruire qualcosa che non c’è ancora, che intercetti gli scontenti di Pdl e Lega”. Mi sono sentito dire per troppo tempo “ti voterei, ma stai con i comunisti, non potendo votare Berlusconi do il mio voto alla Lega”. Quante persone si aspettano un nuovo soggetto di persone per bene, riformista e attento al territorio? Proveremo a farlo nascere.

Con chi vuole iniziare a costruirlo?

Da neofita della politica adesso andrò nel gruppo misto e parlerò con tutti. Con Tabacci mi trovo da sempre, così come con Pezzotta, Dellai e l’attuale Presidente del Friuli Venezia Giulia. Rutelli non lo conosco personalmente, vedremo.

Da imprenditore prestato alla politica, quali sono le sue proposte per rilanciare l’economia e le Pmi?

 

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >