BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ 1. Belpietro (Libero): il governo Berlusconi è bollito

berlusconi_sudoreR375.jpg(Foto)

 

 

Non vedo nessun riavvicinamento. Fini gioca una sua partita di lungo periodo completamente proiettata nel dopo-Berlusconi. Ogni giorno prende le distanze dal premier pensando a quando deciderà di farsi da parte o a quando sarà costretto a farlo.

Nel tempo la sua posizione ha generato consenso?

A mio parere, con le prese di posizione degli ultimi tempi su immigrazione e temi bioetici il suo consenso dentro il centrodestra è veramente molto scarso. Nemmeno la base della vecchia An è con lui.

Anche il tentativo di riportare Casini nel centrodestra, per ridimensionare Fini, non ha funzionato. Il leader dell’Udc sembra in attesa, con Rutelli, del post-berlusconismo. È così?

Non ho mai creduto al tentativo di riportare Casini nella maggioranza e comunque sarebbe stato un errore, perché avrebbe soltanto amplificato gli scontri e le difficoltà.

Seguendo il suo ragionamento il Cavaliere sembra avere ancora, tra le poche carte in mano, quella delle elezioni anticipate. È una delle ipotesi possibili?

Per ora è stata scartata, ma questo a mio avviso è stato un grave errore. Berlusconi rischia di essere rosolato a fuoco lento e di essere costretto alle dimissioni, indebolito da mesi e mesi di braccio di ferro.

Nemmeno la Lega ha appoggiato questa ipotesi?


La Lega non aveva alcun interesse a farlo, adesso ha in mente soltanto il federalismo e la presidenza di alcune importanti regioni del Nord. Penso che Veneto e Piemonte andranno al Carroccio, anche se Berlusconi proverà a tenere ancora aperta la partita per ottenere il via libera su altri provvedimenti.

I problemi del governo, appena elencati, non le sembrano praticamente insormontabili?
Se la sente di fare una previsione?

Il voto anticipato aveva senso subito dopo la bocciatura del Lodo. Oggi mi sembra tutto più difficile, anche se ogni volta che il Cavaliere è stato dato per spacciato ha sempre dato il meglio di sé. Vedremo.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
27/11/2009 - Le toghe rosse. (MARIO SPADONI)

Il commentatore che mi precede sposa il solito ritornello delle toghe rosse. Quel signore sarebbe bene che si facesse processare così finalmente potremo chiudere questo capitolo della storia del ns.paese,sfrotunato paese.

 
26/11/2009 - dopo l'eventuale "avviso" da Palermo (attilio sangiani)

se il quadro descritto da Belpietro fosse attendibile,il premier avrebbe una seconda possibilità di provocare elezioni anticipate: dopo l'eventuale avviso di garanzie da Palermo. Gli italiani verrebbero chiamati a smentire le "toghe rosse",che sentenziano non tanto "in nome del popolo italiano ",ma in nome della loro fazione -casta irremovibile,se non con una severa riforma della magistratura. Altrimenti,chi è causa del suo mal....