BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ 2. Napolitano fuori tempo massimo, a Berlusconi non resta che il voto

berlusconi_mitra_R375.jpg(Foto)

 

 

Le indiscrezioni tendono a drammatizzare, occorrerebbe a mio avviso maggiore serenità. La tesi di fondo, ripeto, mi sembra incredibile, se però Spatuzza facesse questo tipo di accuse in un’aula giudiziaria il provvedimento a carico del Presidente del Consiglio sarebbe largamente probabile.

Un avviso di garanzia potrebbe bastare a causare una crisi di governo?

Difficile da dire. Se dal punto di vista del diritto questo non dovrebbe accadere (dovremmo aver imparato dall’esperienza che l’avviso di garanzia è solo un avviso di garanzia), da un punto di vista politico si potrebbero aprire scenari inediti. La politica oggi è fortemente avvelenata, fortunatamente il Paese ha dimostrato maturità e non sembra pronto a scontri violenti. A livello politico, comunque, quello che mi colpisce maggiormente è l’isolamento di Berlusconi.

Cosa intende?

In un momento come questo non ho visto grandi segnali di solidarietà dai ministri più importanti, come Brunetta e Tremonti, era inutile aspettarseli da Fini, ma è anche mancato l’appoggio del mondo imprenditoriale e degli intellettuali, come un tempo potevano essere Marcello Pera e tanti altri. Non c’è più in pratica quella rete di protezione che in passato aveva tenuto. Il Cavaliere non ha più l’armatura.

A proposito di Fini esistono teorie diverse legate ai suoi veri obiettivi. Secondo lei cosa ha in mente?

Fini segue due strade parallelamente: la strategia principale è quella di ritagliarsi un ruolo nel Pdl per ereditare la guida di Berlusconi, poi esiste la variabile secondaria, costituita dalla possibilità che la convivenza tra i due risulti impossibile. Chiaramente Fini in questo caso si ritroverebbe proiettato in un’altra dimensione politica.

Belpietro in una nostra recente intervista ha dichiarato che Fini, anche se abile nello smarcarsi da Berlusconi, non sta guadagnando consenso all’interno dell’elettorato di centrodestra. È d’accordo?


Fini in futuro potrebbe avere delle buone carte in mano, anche se gran parte dell’elettorato di centrodestra oggi non lo vede di buon occhio. Quello stesso elettorato in un’epoca post-berlusconiana rischia di non avere grandi alternative, anche se si aprirebbe uno scenario di difficile previsione.

L’uscita di scena di Berlusconi secondo lei segnerà la fine del bipolarismo e il big bang del quadro politico attuale?

 


COMMENTI
01/12/2009 - pentiti (Alberto Speroni)

con la maggioranza senza precedenti che questo governo si ritrova,non aver provveduto a regolamentare con un pò di buon senso l'utilizzo delle dichiarazioni dei pentiti (=entro sei mesi o dici tutto o quello che dici dopo è spazzatura!)fa pensar male!!

 
30/11/2009 - Berlusconi può contare solo sul suo popolo. (Carlo Martinelli)

Ha ragione Peppino Caldarola. Nessuno dei big che sono più vicini a Berlusconi si è accalorato nel difenderlo. Quando gli italiani sentono odor di ribaltone, la storia li ha sempre visti in fuga o saltare sul carro dato per vincente. Fini, a proposito, si è più scoperto. Ma Napolitano è il più furbo e la cosa non meraviglia, visto da che parte viene. Sempre fuori tempo massimo ( come con l'Ungheria ), perchè ormai le V2 su Silvio sono in rampa di lancio, si fa bello riconoscendo che chi è unto dal popolo ha il diritto di governare. Ah, Presidé, Vossia state proprio pe' a democrazììa 100% !!! Alla prima occasione di un serio contrasto sul programma - e non c'è proprio bisogno di andarlo a cercare - a Silvio non rimane che far conto sul suo popolo, dopo un bel Berlusconi Day, in risposta alla adunata dei " trinaricciuti " e al gruppo togato per il colpo di stato. Carlo Martinelli

 
28/11/2009 - possibilità per Napolitano (BRUNO LASI)

Le parole dette in ritardo sono scatole vuote senza valore; come presidente del CSM e massima autorità dello Stato avrebbe avuto la possibilità di indirizzare la giustizia nel senso detto ora, ma non l'ha fatto, perchè non l'ha voluto ed ora vuol solo farsi perdonare la colpa di un prossimo disastro per tutti. Diamogli solo un'ultima chance per contraddirmi, Dio lo voglia. Bruno Lasi