BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Piepoli: Berlusconi più forte del '94. Bersani può sperare nel 30%

BerlusconiConta_Q75.jpg (Foto)

 

 

Il partito di Di Pietro è in effetti abbastanza oscillante. Mantiene una sua forza di protesta, che in un periodo di mancanza di lavoro non manca mai. Potrebbe però rientrare nella sua carreggiata, dalla quale era uscito ultimamente.

Lo schieramento di centrodestra, nonostante i litigi interni e lo smacco del Lodo Alfano, sta riuscendo a mantenere il suo patrimonio di consenso?

Episodi come il chiarimento tra Tremonti e il premier non spostano di molto il consenso del governo e soprattutto del suo unico leader, Silvio Berlusconi.
Segnalo un dato di una ricerca conclusa oggi. Mi riferisco all’annuario sulle opinioni degli italiani di cui è quasi pronta la terza edizione. Grazie allo strumento “Millementi”, una tavola rotonda di opinion leader (diciamo gli “Aristoi” del Paese) abbiamo chiesto di indicare i primi cinque leader nei diversi ambiti: politica, moda, sport, ecc.

Il risultato?

Il risultato dà un solo nome: Silvio Berlusconi, indicato come leader non solo politico, ma anche dello sport, e, addirittura, delle gerarchie ecclesiastiche… Scherzi a parte, questo ci dice che è un leader multipolare, con un consenso addirittura superiore a quando “scese in campo” nel ’94.

Secondo l’opposizione la Lega è il partito che ha in mano l’agenda politica del governo, forte di un’ascesa che sembra non arrestarsi mai, soprattutto nelle zone più produttive del Paese. Il partito di Bossi è destinato a crescere ancora?


A forza di sentirne parlare mi sono interessato al fenomeno Lega. Direi che il suo è il modello “svizzero”.
Ho una casa a Montreaux: le posso dire che in questa città gli orologi vengono regolati in base all’arrivo dei treni e non si trovano mai cartacce per strada.
Si potrebbe dire che questa città è amministrata da un “leghista”, nel senso di un amministratore che cura al massimo la sua città.

Questa è la forza della Lega, la meritocrazia come metodo di scelta tra gli amministratori, che sanno curare le proprie città. È questo il motivo del successo della Lega Nord?

La storia non si fa a impennate, ma giorno dopo giorno e questo giustifica la crescita costante della Lega, con il buon governo e il radicamento sul territorio.

Da ultimo, l’opinione pubblica le sembra turbata dagli scandali che stanno investendo sempre più spesso la politica?


L’evento della scorsa settimana è stato sicuramente lo scandalo Marrazzo e l’opinione pubblica si è interessata. Non direi però che sia rimasta eccessivamente turbata, in questo mondo un po’ triste è stata forse l’occasione per scherzare un po’ sui vizi dei potenti. In fondo non è morto nessuno.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
03/11/2009 - non la politica fatta di numeri (vincenzo ioculano)

IO credo, che i sondaggi per monitorare le percentuali ai partiti politici, sono efficaci. Però ci sono dei segni che nell'intervista emergono come sprono al modo di fare politica.Il partito radicato nel territorio. La Lega al nord e di quello che io sappia UDC al sud. Al di la se Rutelli convergerà nell'UDC ma qui nell'area dove io vivo stanno nascendo in molti paesi sezioni dell'UDC.Quindi significa radicamento nel territorio. Io sono una persona di mezza età e quindi mi ricordo le battaglie politiche continue nel mio territorio.Oggi al tempo di elezioni i partiti o le coalizioni affittano un locale per quel periodo, i candidati che vengono imposti ci riempiono di chiacchiere,il risultato: l'abbandono totale.Io sono un contadino e in quella poco cultura fatta di realismo che teniamo viva ci permette di distinguere le chiacchiere dai fatti concreti.

 
03/11/2009 - Bersani come un cinese (attilio sangiani)

Concordo su Bersani,Nixon di sinistra. Preferirei,però,accostarlo agli attuali leaders cinesi: liberismo in economia,totalitarismo in tutto il resto. Infatti lo statuto del P.D.,di fatto scritto da Bersani,stabilisce che è il Partito a decidere quando un suo parlamentare può fare "obiezione di coscienza". Si può essere più "cinese" di così? Quanto a Berlusconi,prego sempre l'Altissimo che gli dia salute e capacità di conservare la necessaria forza interiore per resistere alle tentazioni della carne e del potere. Ma soprattutto alle "portae inferi" che si sono scatenate contro il suo governo e la sua maggioranza,a causa delle scelte di bioetica,in primo luogo.