BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Berlusconi: "Lavoro per migliorare l'Italia". Violante: "Sul dialogo aspettative troppo alte"

Berlusconi torna a parlare ai militanti: "Ringrazio per il sostegno e l'incoraggiamento di questi giorni, ho ripreso a lavorare per mantenere il mio impegno: cambiare in meglio la nostra Italia". Violante avverte: "Non temere troppo alta l'aspettativa, lavorare con determinazione ma senza toni particolarmente alti perchè quando le vele sono troppo gonfie si possono sgonfiare rapidamente"

LucianoViolante_R375.jpg (Foto)

Dal giorno dell'aggressione al premier in Piazza Duomo sembra che sia passata parecchia acqua sotto i ponti, gli ultimi giorni del 2009 sembrano infatti essere segnati da un nuovo clima di dialogo tra le forze politiche. Ripresosi dall'infortunio Silvio Berlusconi ha scritto ai propri militanti: "Ringrazio per il sostegno e l'incoraggiamento di questi giorni, ho ripreso a lavorare perché tante sono le cose da fare per mantenere il mio impegno: cambiare in meglio la nostra Italia".
Un'iniziativa che si inserisce nella campagna tesseramento del Pdl: "Mi ha molto confortato sapere di essere circondato e sostenuto dall'affetto di tante persone come Lei, che vogliono costruire e non distruggere, che vogliono il bene di tutti e a nessuno augurano il male'' recita la mail rivolta ai militanti.
Sul fronte della sicurezza l'attenzione è sempre alta e sono stati presi ulteriori accorgimenti: è stata infatti spostata la fermata d'autobus in via del Plebiscito davanti a palazzo Grazioli, dove vive il premier Silvio Berlusconi.
Allontanato il fantasma della violenza politica il 2010 sarà davvero l'anno delle riforme condivise? Continua nella pagina seguente...