BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Veneziani: la sinistra si condanna al Prodi-ter

Pubblicazione:venerdì 29 gennaio 2010

ProdiRomano_R375.jpeg (Foto)



Il bipolarismo è in evidente crisi e continua a reggersi solo in forza della presenza di Berlusconi. Al di là di questo non ha motivi per sopravvivere. Il bipartitismo invece è stato bocciato sia a livello elettorale che di cultura politica. A mio parere stiamo andando incontro a una scomposizione e una ricomposizione del quadro.

In questa prospettiva quindi Casini rischia di trovarsi favorito?

Casini porta avanti un gioco vecchio che rischia però di dettare le regole nella politica di domani. Se crollasse il bipolarismo si ritroverebbe in mano un fatturato politico molto alto.

Il direttore de Il Riformista, Antonio Polito, da queste pagine ha ipotizzato una convergenza tra i diversi disegni post-berlusconiani di Fini, Casini e Montezemolo. Lei cosa ne pensa?

Sono progetti aleatori, ancora condizionati dalla presenza di Berlusconi. Casini però porta avanti un progetto nel solco della tradizione politica democristiana e sulla base di un partito che ha una sua consistenza. Gli altri due rischiano di attraversare il deserto e finire nella terra di nessuno, a meno che riescano a intercettare popolazioni in esodo dal centrodestra o dal centrosinistra.

Da ultimo, un giudizio sulla polemica che ha coinvolto Roberto Saviano, “reo” di aver ammesso la sua frequentazione delle opere di Ezra Pound, Céline, Evola…

Saviano ha mostrato la sua libertà e la sua intelligenza critica, confermando il suo coraggio. Il conformismo che invece insorge contro di lui dimostra che esistono ancora degli steccati di intolleranza e di odio che continuo personalmente ad avvertire. E' un clima palpabile anche nei confronti di persone totalmente estranee a un certo humus e a un certo habitat culturale che  si "permettono" di citare degli autori che considerano degni di attenzione.

(Carlo Melato)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
30/01/2010 - Il carnevale che avanza (Alberto Pennati)

Sarebbe veramente esilarante un'ipotesi di questo tipo; ce lo vedo proprio, a braccetto con il manganellatore dell'idv. Allegria!