BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CACCIA/ Realacci: Per qualche voto in più, il Senato fa del cielo terreno di strage

Il Senato ha approvato giovedì l'articolo 38 della legge comunitaria in materia di caccia, assieme ad un emendamento presentato all'ultimo momento che concede a Regioni e Province autonome ampie deroghe sui tempi della stagione venatoria dell'avifauna. L'onorevole ERMETE REALACCI commenta per ilsussidiario.net l'accaduto

senato_R375.jpg (Foto)

Con un blitz, il Senato ha approvato giovedì l'articolo 38 della legge comunitaria in materia di caccia, assieme ad un emendamento presentato all'ultimo momento che concede a Regioni e Province autonome ampie deroghe sui tempi della stagione venatoria dell'avifauna. Oggi si può sparare ai volatili cinque mesi l'anno, dal 1 settembre al 31 gennaio. Con la nuova legge, (se passa alla Camera), diventerà possibile sparare, praticamente, tutto l'anno. Il testo iniziale della legge recepiva alcune norme di Bruxelles. L'emendamento scompagina le carte in tavola. La manovra ha provocato, oltre al levar di scudi delle associazioni ambientalistiche, tafferugli interni alla maggioranza. Abbiamo chiesto all'onorevole Ermete Realacci di commentare l'accaduto.


Senza il famigerato emendamento, il testo sarebbe stato recettivo delle istanze europee?


Come è noto sono in corso, da parte dell'Unione Europea, procedure di infrazione nei nostri confronti, a proposito dei limiti posti alla stagione venatoria. Il testo originale, in parte, mitigava la situazione. Con il testo approvato in Senato si riaprirà un contenzioso. Queste accelerazioni che si ripetono periodicamente, spesso per scopi elettorali, hanno tra le vittime principali i cacciatori.


Cosa intende?


Siccome la maggior parte dell'opinione pubblica, istintivamente, è contro di loro, atti di arroganza come quello del Senato, nel tentativo di attirare le simpatie delle frange più estremiste del mondo venatorio, gettano una luce sinistra su tutti i cacciatori.

Si spieghi meglio

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO