BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Amicone: un consiglio per diventare un Paese normale

Pubblicazione:

BerlusconiBersani_R375.jpg



Oggi tutti concordano, a partire dal presidente Giorgio Napolitano, sulla necessità di intervenire sulla giustizia con una riforma che restituisca credibilità alla politica e piena fiducia nella magistratura.

Perciò, sarebbe davvero ora che governo e opposizioni democratiche si impegnassero ad archiviare la repubblica giudiziaria che abbiamo avuto in questi ultimi quindici anni e a far rientrare l'Italia nel novero dei paesi normali.
Paesi dove chi eletto governa, chi deve fare le leggi il Parlamento e chi deve limitarsi ad applicarle senza esprimere giudizi, controlli, veti e interferenze, si chiama ordine giudiziario.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/01/2010 - la Ragione è la normalità (Gianmario Gatti)

gent dr. Amicone, la normalità che lei chiede è di stampo ottocentesco; un pò datata quindi e risorgimentale.1) la normalità passa, oggi, nell'estendere la sovranità del popolo oltre la politica anche all'ambito giudiziario, sul modello del common law, con l'elezione degli organi giudiziari e un ruolo effettivo delle giurie popolari. 2) Di fatto poi, la normazione non è più dei parlamenti nazionali ma degli organi sovranazionali e transnazionali, con la relativa questione di deficit democratico, appunto.3) Allora occorre rinforzare un federalismo regionale (e nazionale rispetto alla sovranazionalità)che permetta un contesto di sussidiarietà sociale e costituisca una barriera alla separabilità e divisibilità dei diritti individuali.4)Perciò la normalità è: "occorre che l'eroico diventi quotidiano e il quotidiano eroico"; cioè la legge (di fonte politica o giudiziaria) risponda a ciò che è:la legge è ordinamento della ragione promulgata da colui che ha cura della comunità (S.Tommaso)e perciò essa stessa sia norma normata cioè risponda alle pretese della verità e della realtà.5)E' da paese normale (che significa misura dell'azione)quel Paese che ri-conosce la sua tradizione; la tradizione occidentale è fondata sulla Ragione come processo potenzialmente auo-correttivo della conoscenza (A.Glendon).6) E' su questo tema che purtroppo la politica non c'è (anche se la sinistra c'è meno della destra)per uscire dal piccolo cabotaggio. speriamo nelle "minoranze creative". Cordialità.