BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FOTOGALLERY/ Manifestazione di Cisl e Uil a Roma: il comizio di Bonanni e Angeletti

Pubblicazione:

CislMani4R400.jpg

MANIFESTAZIONE CISL - UIL: Oltre 100.000 persone hanno partecipato, sabato a Roma, alla manifestazione di Cisl e Uil per chiedere al Governo una riforma fiscale che alleggerisca i lavoratori dipendenti e pensionati.

Da una Piazza del Popolo gremita Bonanni e Angeletti hanno chiesto "Più sostegno per famiglie, giovani, donne e immigrati". «Una piazza straordinaria - ha detto Bonanni (leggi l'intervista al segretario della Cisl) - che dimostra come nel Paese il clima che chiede responsabilità è molto forte. Questi sono uno schiaffo a chi ritiene di voler tornare a un passato fatto solo di slogan».

«La classe politica litiga ormai non sulle proposte, ma su chi le fa. Si attaccano non solo tra schieramenti, ma dentro i loro stessi partiti perché non hanno nulla da dire» ha dichiarato il segretario della Uil, Luigi Angeletti. «Noi, per fortuna - ha proseguito -, confidiamo non nella classe politica ma in noi stessi. Vogliamo la riforma del fisco perché non abbiamo nessuna voglia di rassegnarci a un paese piu' povero».

«Tutta la gente cheè qui oggi in piazza dimostra che il sindacato libero e riformatore ha radici profonde nella realtà del Paese. Ed è questa la vera risposta ad una realtà minoritaria ma rumorosa. Noi siamo invece la maggioranza del sindacalismo italiano; Cisl e Uil sono la maggioranza nel sindacato italiano».

Sull'unità sindacale Bonanni ha dichiarato: «Con la Cgil ricuciremo quando ciascuno si renderà conto che il sindacato è plurale».

A due giorni dalla manifestazione, nell'intervista di oggi a IlSussidiario.net Raffaele Bonanni ha invitato il sindacato guidato da Guglielmo Epifani a prendere le distanze, "senza se e senza ma", dai violenti. «La situazione è molto delicata. La Fiom di certo non aiuta, anzi, contribuisce a rendere tutto più difficile. Siamo molto preoccupati dagli episodi di intolleranza e di aggressione nei nostri confronti. Non esiste alcuna giustificazione nei confronti di chi vuole delegittimare l'azione di un sindacato libero e autonomo come la Cisl con i metodi dello squadrismo. L'unica cosa che possiamo fare a questo punto è invitare la Cgil ad assumere tutti quei provvedimenti previsti dagli statuti sindacali per evitare il ripetersi di tali azioni, prendendo le distanze, senza se e senza ma, da tutti coloro che vogliono trasformare in una pericolosa escalation di violenza il confronto e l'attività libera e democratica delle organizzazioni sindacali nel nostro paese».



 

 

LE IMMAGINI DALLA MANIFESTAZIONE CISL- UIL - CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER VISUALIZZARE LA FOTOGALLERY



  PAG. SUCC. >