BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

FAMIGLIA/ Un quoziente per il governo (se vuol dirsi riformista)

Famiglia_Mani_RaggrinziteR375.jpg(Foto)



Anche negli anni passati si era parlato di questa misura che a regime porterebbe risparmi per 11 milioni di famiglie. Il problema è che il premier lo sta usando come esca politica per riportare in coalizione Pier Ferdinando Casini, inoltre la sua applicazione è parecchio onerosa sul breve: solo di minor gettito da imposte dirette si perderebbero 3 miliardi l’anno.

Il contraltare alla lunga è che ogni famiglia avrebbe più reddito netto, spingendo i consumi e quindi l’Iva. Una ricetta di cui il paese ha bisogno come il pane. Volendo, c’è davanti metà mandato, per recuperare l’insufficienza.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
14/10/2010 - Quoziente familiare (salvatore mereu)

Qualcuno ogni tanto parla del quoziente familiare. Di sicuro non lo scordano le migliaia di famiglie che si trovano in questa condizione. In sardegna abbiamo il triste primato di regione col più basso tasso di natalità. In Italia, e quindi nel mondo. Dove sono quei politici "amici" che parlano di famiglia in campagna elettorale? Hanno paura che Berlusconi gli faccia bau bau e sono spaventati? (Finché non torniamo alle preferenze o alle primarie la nostra opinione è solo consultiva!) Salvatore Mereu, Cagliari