BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VIDEO/ Sky Tg24 - Riconteggio Piemonte. Cota: "Torniamo allla politica". Bresso: "La partita non è chiusa"

Video - Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte, torna sul caso del riconteggio dei voti alle elezioni regionali

CotaSkyTg24R400.jpg (Foto)

PIEMONTE - STOP AL RICONTEGGIO - LE DICHIARAZIONI DI COTA E BRESSO: «A sei mesi dalle elezioni regionali è davvero il caso di mettere la parola fine a questa vicenda - con queste parole Roberto Cota, presidente del Piemonte, ha commentato lo stop al riconteggio dei voti  in base alla sentenza del Consiglio di Stato di ieri».

«Fin dall'inizio - prosegue il governatore -, per quanto ci riguarda, era tutto chiaro. Il Consiglio di Stato ha preso un provvedimento cautelare, ma è entrato nel merito. Sopra di esso dal punto di vista della giustizia amministrativa non c'è niente. Dopo 6 mesi questa gazzarra basata sul niente doveva finire. Chiedo a chi ha perso le elezioni di accettare la sconfitta, faccia l'opposizione e cerchi di rappresentare, per quel che riesce, gli interessi della gente».

Non vuol sentir parlare di "partita chiusa" Mercedes Bresso: «O Cota sa qualcosa più  di noi o è soltanto stata accolta quella sospensiva che era stata negata a luglio. Non si conoscono poi ancora le motivazioni. Aspettiamo di sapere perché quelle due liste che il Tar giudicava nulle sarebbero valide».

«Abbiamo perso una battaglia - conclude l'ex presidente -, ma non la guerra. Ciò non toglie che continueremo, come già stiamo facendo a fare opposizione».

In questo botta e risposta continuo il governatore ha dichiarato: «La Bresso può fare quello che vuole. Certo che un'opposizione che pensa a queste cose, che insegue questi sogni non rappresenta nemmeno quei piemontesi che non mi hanno votato. C'era già stata una presa di distanza all'interno del Pd, ma vorrei che fosse definitiva. In ogni caso sono il presidente di tutti i piemonesi, non voglio far polemiche e preferisco lavorare».