BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Ecco come Fini sta preparando il "Derby"

Pubblicazione:

fini_mirabelloR375.jpg

Fini a Milano - Il 25 ottobre si terrà la prima uscita milanese  di Gianfranco Fini da leader di Futuro e Libertà, la location è quanto mai simbolica: il mitico “Derby”, lo storico locale del cabaret milanese, fucina di tanti talenti della comicità meneghina.

Onestamente scegliere un luogo simbolo del cabaret  potrebbe essere una scelta tutt’altro che simbolica per i finiani: oltre al  rischio di far ridere davvero, il luogo ci pare un po’ piccolo per delle adunate oceaniche. Anzi, siccome a pensar male ci si azzecca, vien proprio da pensare che sia stato scelto secondo il vecchio adagio che più le stanze son piccole, più sembran piene di gente.

In effetti ad oggi nel panorama politico milanese, i neo esponenti di Fli non hanno brillato più per vis polemica e recriminazioni che non per visione politca.
Ad aprire la danze dichiarandosi finiana è stata Cristiana Muscardini, storica dirigente  dell’ Msi, già coordinatrice regionale e parlamentare di An, e attuale europarlamentare del Pdl: secondo i rumors avrebbe deciso il passaggio a Fli perché furibonda con il “clan” La Russa per la mancata elezione al consiglio regionale lombardo della figlia Anastasia Palli.

Il primo a fare “outing” a Palazzo Marino è stato l’assessore alla Salute, Giampaolo Landi di Chiavenna, ritenuto dai più già fuori dai giochi per la prossima giunta, sopratutto per i difficili rapporti sia con il sindaco Moratti che con il proprio partito.



  PAG. SUCC. >