BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Follini (Pd): pronti alle larghe intese senza Vendola e Di Pietro

Pubblicazione:

FolliniFiniLettaPisanuR400.jpg


Pesa negativamente l’esperienza di questi due anni. Abbiamo fatto insieme la campagna elettorale, anche se io, per usare un eufemismo, ero molto perplesso. Alla prova dei fatti però non ha funzionato. Se ci fosse un ripensamento sarebbe liberatorio per tutti…

Chiudere all’Idv e limitare Vendola aprirebbe le porte di un’alleanza al centro?


Che bisogna essere molto attenti a ciò che si muove nel cosiddetto Terzo Polo è una cosa che ormai dicono tutti, anche lo stesso Franceschini che, con una discreta evoluzione del suo pensiero, si è proposto come interlocutore.
Ai miei vecchi amici centristi, di cui conosco benissimo i pregi e qualche difetto, chiedo però di uscire da uno schema di equidistanza un po’ fasullo, che li porta spesso a fingere che Pdl e Pd siano la stessa cosa. Se ritengono che l’esigenza principale del Paese sia la fuoriuscita dal berlusconismo si può apre un nuovo cantiere, altrimenti signiifica che, nonostante tutto, pensano ancora di avere una collocazione naturale all’interno del centrodestra.

(Carlo Melato)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
01/11/2010 - larghe intese (maria schepis)

Non ci governa nessuno e questo mi pare conclamato,l'ennesimo passo falso del premier evidenzia il vuoto che regna sovrano,ma il dramma che noi viviamo è molto grave perchè non c'è un ricambio strutturato e coerente che possa salvarci dallo sfascio.Follini mette in risalto la necessità di una politica economica che ci eviti(?) il disastro,una politica economica rigorosa è indispensabile ma una politica intelligente che sappia individuare veramente cosa possa fare da volano per la nostra ripresa:l'economia non è solo due + due o due:due,ma una progettualità che tenga conto degli effettivi bisogni e delle effettive necessità,le larghe intese sono solo una toppa,uno stratagemma per avere una poltrana ciscuno.Il nostro paese,e lo so di apparire qualunquista nell'affermare questo,ha bisognodi moralità,di valori,di priorità.Da più parti s'invocano le scuole di buona politica,credo che siano necessarie: le larghe intese con questi uomini,sempre gli stessi,con tutte le loro contraddizioni,ci faranno cambiare governo,forse stile(un po' meno godereccio) ma non risolveranno il problema.Io spedirei tutti a casa,e obbligherei i partiti a creare liste con uomini nuovi dalla specchiata e riconosciuta competenza e moralità.