BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 1. Caro Berlusconi, se ti dimetti ti si aprono tre strade...

Pubblicazione:lunedì 15 novembre 2010

berlusconi_vedeneroR400.jpg (Foto)


È un altro degli aspetti inediti e divertenti della partita. Al di là di questo rimango della mia opinione: un risultato discordante porta necessariamente alle dimissioni, al di là di chi si pronuncia per primo o per secondo.


Nelle file del Pdl c’è ancora chi spera in qualche gradita sorpresa delle colombe finiane che, in questa fase, sono state messe in disparte…


Tutto è possibile, anche se è dall’inizio di questa vicenda che sulla divisione dei futuristi in molti scommettono e, spesso, finiscono per perdere. Non resta che aspettare, perché, al di là della diversa visibilità che i giornali riservano, il voto di una colomba vale quello di un falco…


In questo momento di grande confusione circolano teorie discordanti. Una di queste indicherebbe nel “sacrificio” di La Russa e di altri ex colonnelli “traditori” di Fini l’ultima via per arrivare a una clamorosa e inaspettata tregua tra i cofondatori del Pdl. Cosa ne pensa?

 

Poteva essere una mossa efficace se fosse stata pensata almeno due mesi fa. Gli ormeggi ormai sono stati tagliati e non si può più rimediare facendo rotolare qualche testa, seppur eccellente. La politica sarà anche tattica, ma dopo una doppietta come quella di Mirabello e Bastia Umbria, chi è in grado di dire: “scusate abbiamo scherzato”?

 

La breve stagione delle “mediazioni” è quindi conclusa? La Lega continua a ribadire che la mediazione tentata con Fini non è stata un buco nell’acqua…

 

Se parliamo della Lega il quesito decisivo a mio parere è uno: per quanto tempo ancora Bossi resterà legato a Berlusconi? Non c’è un solo elemento, ad oggi, che possa far presagire un abbandono del Cavaliere da parte della Lega. In una situazione come questa tutto ciò fa molto onore al Carroccio, anche se la domanda rimane aperta. Di certo il premier ha bisogno di superare da Palazzo Chigi il passaggio del legittimo impedimento del 14 dicembre.

 

Date queste premesse, il leader dei futuristi rischia di rimanere “schiacciato” sulla sinistra al momento della sfiducia?

 

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
16/11/2010 - gentile sig Crippa (Paolo Cantoni)

grazie della sua opinione, io però ho parlato per me e so chi è il presidente del consiglio. ho anche una certa età e ho fatto esperienza dei guasti delle politiche dei partiti della prima repubblica e dei governi che duravano qualche mese, balneari estivi eccetera, a mio parere i giovani che non trovano lavoro oggi devono forse ringraziare le politiche di allora , si ricorda il 6 politico , tutti dottori,la rigidità del lavoro garantito, scuole professionali declassate ecc, una politica scolastica ceduta all'ideologia ecc ecc . con cordialità e senza polemica.

 
15/11/2010 - Piccola replica al commento (Giuseppe Crippa)

Gentile signor Cantoni, ha sentito una inchiesta radiofonica diffusa oggi sull’ignoranza dei giovani riguardo alla politica? C’era chi diceva che il capo del Governo si chiama Piersilvio Berlusconi, e le risparmio amenità ancora più gustose. Fermo restando che tutti hanno diritto di esprimere il loro voto e che i voti si contano e non si pesano, sarei più prudente nel parlare di maturità del corpo elettorale… E magari un terzo polo ci facesse tornare indietro di 40 anni! Vorrei tornassimo indietro di 60: negli anni ’50 i giovani trovavano facilmente lavoro (purtroppo soprattutto al nord) e potevano costruire il loro avvenire in una situazione di crescita economica e sociale.

 
15/11/2010 - articolo (Paolo Cantoni)

personalmente non condivido, se il governo cade preferisco andare al voto, penso che siamo abbastanza maturi per non lasciare scegliere a intelletuali, politicanti prima republica, e editorialisti vari ecc, quasi sempre di aree culturali di sinistra e quindi possesori del verbo, di decidere per me o per la gente. se votando Berlusconi e pdl perde, bene governerà chi vince. (con il terzo polo!? torniamo indietro di 40 anni)