BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VIENI VIA CON ME/ La rabbia della Lega: da Saviano, parole infamanti

Vieni_Via_Con_Me_FazioR400.jpg (Foto)



Ci sono altre prese di posizione da parte di esponenti della Lega, ad esempio quella di Davide Boni presidente del Consiglio regionale lombardo. Boni parla di azioni legali per difendere l’onorabilità della Lega. «Non ho avuto modo di vedere la trasmissione, ma - dice il presidente del Consiglio lombardo - se tutto fosse confermato sarebbe di fatto gravissimo, anche perchè non esistono atti giudiziari che convalidano il 'teorema Saviano’. Pertanto ho attivato gli uffici del Consiglio affinché acquisiscano dalla Rai la registrazione della puntata di ieri, verificando alla lettera che cosa è stato detto e quali tipi di accuse sono state rivolte alle istituzioni lombarde, che comunque meritano rispetto. Mi riservo quindi di intraprendere delle azioni legali per tutelare la loro onorabilità, scrivendo anche al direttore di Rai Tre per chiedere chiarimenti».

Vergogna, dice ancora Boni, che dagli schermi della televisione pubblica si dia “spazio ad arringhe politiche e demagogiche senza alcun contraddittorio e senza alcun riscontro nella realtà dei fatti, gettando fango su tutto e su tutti». Interviene il portavoce del PdL Capezzone: «Il ministro Maroni ha totalmente ragione. Se la Rai è, come spero, un'azienda con qualche speranza di essere o almeno di apparire seria, deve garantire a Roberto Maroni e alla Lega la possibilità di replicare nelle stesse condizioni, nella prossima puntata di Vieni via con me»: lo afferma il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone.

«Per il futuro, poi, sarebbe il caso che il principio del contraddittorio fosse sempre rispettato: se qualcuno viene accusato, deve avere immediatamente la possibilità di replicare. Troppo comodo - conclude - aggredire qualcuno, senza alcuna possibilità di replica». Da parte dell’opposizione, al momento le parole di Leoluca orlando: «Nessuno osi attaccare Saviano» ha detto l’ex sindaco di Palermo. «Dal ministro Maroni arriva un'intollerabile intimidazione a uno scrittore che vive sotto scorta per la sua denuncia coraggiosa di tutte le mafie. Il ministro dell'Interno, invece di reagire in maniera scomposta, faccia pulizia all'interno del suo partito e cacci i disonesti».

 

GUARDA IL VIDEO DI VIENI VIA CON ME - ANTONIO ALBANESE

 

GUARDA IL VIDEO DI VIENI VIA CON ME - BEPPINO ENGLARO

 

GUARDA IL VIDEO DI VIENI VIA CON ME - PAOLO ROSSI


GUARDA IL VIDEO DI VIENI VIA CON ME - LUCIANO LIGABUE

 

LEGGI GLI ASCOLTI TV DI VIENI VIA CON ME

 

 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
16/11/2010 - vieni via con me (roberto fantechi)

concordo con leoluca orlando, la prima preoccupazione della lega dovrebbe essere quella di verificare se infatti ci sono dei rapporti fra esponenti del partito e della 'ndragheta; se si che li buttino fuori, se no buon per il partito