BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Terzo Polo? Fini e Casini sono costretti a provarci

Pubblicazione:

FiniCasini_R375(1).jpg

«Vedrete, un’altra volta da Milano partirà una nuova stagione politica. Dopo il craxismo, il berlusconismo e in fondo il leghismo, che proprio qui nel 1993 elesse Marco Formentini, il suo primo sindaco di una grande città, in primavera con le elezioni comunali sotto la Madonnina potrebbe nascere finalmente il Terzo polo e da lì dilagare nel resto del paese».

Un politico di lungo corso, recentemente avvicinatosi al presidente della Camera, la prende un po’ larga per descrivere gli scenari della politica italiana. Certo il paragone è ardito, scomoda nientemeno che fenomeni sicuramente di lunga durata dentro le vene della società italiana.

Sarà questo il destino del costituendo blocco di centro? Difficile dirlo. Certamente in queste ore è quanto mai necessario separare quel lembo di tattica necessaria ad arrivare all’appuntamento del 14 dicembre, quando Silvio Berlusconi chiederà la fiducia in Parlamento, con la strategia, che sotto la crosta appare molto chiara. Sulla prima è ovvio che la crisi internazionale e la necessità di dare garanzie ai mercati per evitare speculazioni pericolose sul sistema Italia potrebbe portare persino a una fiducia selettiva capace di far scavallare la data al Cavaliere.

La fantasia non manca e va da assenze strategiche dai banchi del parlamento al pressing delle categorie economiche e sindacali per lanciare una stampella al signore di Arcore per senso di responsabilità nazionale. Ma per il resto non ci sono scappatoie.



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
26/11/2010 - quale contromossa? (luisella martin)

L'articolo mi ha fatto riflettere:lo trovo illuminante e considero l'ipotesi possibile. Mi chiedo di quale asso nella manica debba dotarsi Berlusconi per assicurare all'italia il futuro federalista di cui necessita. Spero che Lega e Pdl trovino l'eventuale contromossa.