BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PDL/ Berlusconi: Fini si è autoescluso. Bocchino: contro di lui un editto

E' durato poco più di due ore Il vertice dello stato maggiore del Pdl a Palazzo Grazioli con Silvio Berlusconi. Nel frattempo la polemica non si è fermata

BerlusconiFiniDistacco_R375.jpg (Foto)

VERTICE BERLUSCONI PDL: E' durato poco più di due ore Il vertice dello stato maggiore del Pdl a Palazzo Grazioli con Silvio Berlusconi. 
Sul tavolo dell'incontro, la preparazione della riunione di domani, la situazione sempre più difficile della maggioranza e le prospettive del Governo.

Presenti alla riunione i ministri Matteoli, Gelmini, Frattini, Fitto, Brunetta, Brambilla, La Russa, il sottosegretario Paolo Bonaiuti, il coordinatore Verdini, i capigruppo Cicchitto e Gasparri e il vicecapogruppo Quagliariello.

A scaldare gli animi tra opposte fazioni, mentre il vertice era in corso, l'annuncio del passaggio di altri due berlusconiani con Fini: Daniele Toto e Roberto Rosso, presentati da Italo Bocchino e Adolfo Urso nella sede della fondazione Farefuturo.

Non solo, anche le anticipazioni delle dichiarazioni di Silvio Berlusconi del nuovo libro di Bruno Vespa: «Senza la rivoluzione politica che è stata rappresentata dalla nascita del Pdl difficilmente Fini avrebbe potuto assurgere alla terza carica dello Stato: un risultato che dovrebbe appagare le ambizioni di chiunque».



 

BERLUSCONI FINI - LO SCONTRO CONTINUA - CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO