BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFORMA UNIVERSITA’/ Approvata alla Camera con 307 sì e 252 no. Le principali novità introdotte

senato1R400.jpg (Foto)

 
Ogni università si dovrà dotare di un codice etico che impedisca logiche parentali e conflitti d’interesse. Agli atenei che gestiranno le risorse in maniera non trasparente saranno ridotti i finanziamenti. Il cda, poi, avrò funzioni distinte dal Senato Accademico, mentre i docenti avranno l’obbligo di certificare la loro presenza. Sarà data agli studenti facoltà di valutare i docenti, e tale valutazione rientrerà tra i criteri per assegnare i finanziamenti. Il mandato dei rettori, inoltre, non sarà rinnovabile dopo il sesto anno e, infine, le risorse saranno trasferite dal Miur in base alla qualità della ricerca e della didattica.

© Riproduzione Riservata.