BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NAPOLITANO/ La cerimonia all’Altare della Patria: “Orgoglioso dell’esercito”

Le parole del capo dello stato all'Altare della Patria

napolitanoberlusconi_R400.jpg (Foto)

Oggi 4 novembre Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate. All’Altare della patria di Roma la classica cerimonia con la presenza delle massime autorità dello Stato, in primis il presidente della Repubblica. Erano presenti anche Berlusconi e Fini. Inizialmente è sembrato che il capo del governo volesse ignorare il presidente della camera, invece i due si sono salutati.

Berlusconi ha quindi parlato con Fini e per chi ha potuto osservare la scena, quello del presidente del consiglio è sembrato una sorta di sfogo. Il discorso del capo dello stato ha toccato invece vari temi, sottolineando l’orgoglio nazionale. «Nella ricorrenza del 4 novembre che quest’anno, nel quadro delle celebrazioni per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia – ha detto Napolitano -, assume significato ancor più profondo, rendiamo onore ai soldati, ai marinai, agli avieri, ai carabinieri e ai finanzieri che operano nelle aree di crisi con perizia, abnegazione ed entusiasmo. Riconosciamone l’impegno e la professionalità e ringraziamoli per i progressi che ci hanno permesso di compiere verso un mondo più stabile, pacifico e sicuro. Siamo orgogliosi di quanto essi fanno ogni giorno, in nome del nostro paese e della comunità internazionale».