BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FLI/ Fini: Berlusconi si dimetta se ha a cuore il bene dell'Italia

Pubblicazione:domenica 7 novembre 2010

FiniPerugiaR400.JPG (Foto)

FUTURO E LIBERTA' - GIANFRANCO FINI A PERUGIA: «Serve una nuova agenda e un nuovo programma. Per rendere possibile tutto ciò occorre un "colpo d'ala". Berlusconi rassegni le dimissioni, salga al Colle e dichiari che la crisi è aperta, in modo da poter avviare una nuova fase in cui rapidamente si ridiscuta l'agenda, il programma e si verifichi la natura della coalizione e la composizione della coalizione».

«Avanti così non si può più andare - ha aggiunto Fini -, il Presidente del Consiglio ha l'onore e l'onere di aprire una nuova fase. Quale che sia la decisione la rispetteremo, in ogni caso avremo la coscienza a posto. È cambiato tutto dal giorno in cui il centrodestra ha vinto le elezioni - ha continuato Fini -. Berlusconi dimostri che ha a cuore il bene dell'Italia».

Con questo invito alle dimissioni Fini ha concluso in crescendo il suo intervento alla convention fondativa di Futuro e Libertà a Perugia. «Siamo pronti a prenderci le nostre responsailità. Le elezioni non le vogliamo, ma non ci spaventano. Berlusconi dimostri che  ha a cuore il bene dell'Italia e non che vuole soltanto rimanere a Palazzo Chigi, aspettando che passi la bufera».

Se non ci sarà questo "colpo d'ala" il Presidente della Camera ritirerà i ministri dal governo («Non rimarranno un minuto in più... E li ringrazio per quello che hanno fatto. I nostri gruppi continueranno a votare i provvedimenti che condividono. Il problema, almeno per noi, non è il gioco del "cerino" perché se continuiamo con i tatticismi, la spina la staccheranno gli italiani».).



 

LE PAROLE DI GIANFRANCO FINI A PERUGIA - CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO


  PAG. SUCC. >