BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Fiducia, ecco gli scenari possibili dello scontro Berlusconi-Fini

camera_deputatiR375_27ago08.jpg(Foto)


Aperta la crisi, la parola passa al Capo dello Stato, perché eserciti il suo non agevole ruolo di mediatore.  Sono solo due i poteri che la Costituzione gli attribuisce: la nomina del Presidente del Consiglio e il potere di scioglimento delle Camere (o anche solo una di esse) sentiti i loro Presidenti.

Norme quanto mai essenziali, che la prassi di questi decenni si è fatta carico di concretizzare ma la cui lettura, ultimamente, finisce per essere condizionata da una molteplicità di fattori, i più rilevanti dei quali sono certamente i rapporti di forza tra le diverse componenti del sistema politico, come più volte e da più parti si è messo in luce in queste pagine.

Il che rivela ancora più chiaramente come la costituzione formale, se non poggia su una solida costituzione materiale, finisce per essere una sorta di flatus vocis, uno strumento che non suona da sé ma che si limita a dare voce alla partitura e, soprattutto, all’abilità dell’interprete.

© Riproduzione Riservata.