BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SENATO/ Berlusconi: nuovo patto con i moderati, la crisi al buio è follia politica

Senato: il discorso del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi che apre la maratona parlamentare che occuperà Senato e  Camera in quello che è stato definito il "B-day", o il "giorno della verità". Domani il voto sulla fiducia

BerlusconiSenatoDiscorso_R375.JPG(Foto)

SENATO - IL DISCORSO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI - È appena terminato l'intervento al Senato del premier, Silvio Berlusconi, che apre la maratona parlamentare che occuperà Senato e  Camera in quello che è stato definito il "B-day", o il "giorno della verità".

Il governo è infatti alla prova della fiducia, anche se per conoscere il verdetto tanto atteso bisognerà aspettare il voto di domani.

Berlusconi ha iniziato il suo discorso augurandosi che "in questo particolare momento del Paese" si possa "trovare il modo di essere uniti". "Per la seconda volta nel volgere di poche settimane - ha proseguito il premier - il Parlamento è chiamato a decidere".

Il leader del centrodestra ha sottolineato poi il bisogno di una "continuità operativa": "c'è bisogno di tutto tranne che di una crisi al buio senza alternative al quadro politico stabilite dagli italiani con il voto".

"Se un governo non ha ben operato e deve lasciare deve essere il popolo a deciderlo, se questo principio viene violato si tradisce la lettera e lo spirito della Costituzione. Ecco perché la questione si pone in termini semplici e chiari: fiducia o sfiducia, crisi al buio sì o crisi al buio no".