BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL RICORDO/ Salverino De Vito, il ministro della sussidiarietà

Pubblicazione:

senato1R400.jpg


Con un perverso ruolo svolto dalle banche, come ha bene ricostruito Giuseppe Zamberletti nel trentennale del disastro: gli istituti di credito infatti avevano l’interesse a spedire nel terremoto del Sud aziende già indebitate e affamate di finanziamenti “mordi e fuggi”. Ma chi, come la Ferrero, è venuta con tutt’altre ragioni è ancora lì a produrre. E io ieri ho acquistato al supermercato due barattoli di Nutella (mi perdonate per la pubblicità?) solo dopo aver letto sull’etichetta: “Prodotto nello stabilimento di Sant’Angelo dei Lombardi”.

Non sapevo ancora della morte appena avvenuta di Salverino, uomo buono, semplice e appassionato, un meridionalista senza la spocchia di esserlo. Ma quella Nutella la dedico a lui, come per ricordarlo con affetto immutato, aggiungendoci una preghiera, memore del tanto bene gratuito dispensato senza chiedere contraccambio.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
14/12/2010 - un grazie (Maria Pia D'Onofrio)

Grazie. Anche io sono una di quelli che negli anni 90' era un giovane. Anche io come tanti ho iniziato l'avventura della "De Vito" e sono diventua un "giovane imprenditore". Sono molisana e abbiamo iniziato fra mille difficoltà la nostra attività solo nel 1999. Oggi abbiamo due stabilimenti e diamo lavoro a circa una ventina di persone. Ho sempre apprezzato, non perchè ne ho beneficiato e basta, la legge 44 perchè, come ricordavate, non solo prevedeva dei contributi ma accompagnava l'azienda con la formazione e anche negli anni successivi all'avvio dell'attività. Ho sempre pensato che questo sconosciuto fosse il solito politico o un grigio burocrate che fortuitamente fosse stato consigliato bene da qualche consulente che gli avesse scritto la legge. Mi fa invece piacere apprendere che si tratta di un uomo, di una persona semplice, purtoppo anch'essa vittima di un sistema che non premia chi non pensa solo al proprio tornaconto. Ce ne vorrebbero di uomini così! A lui va il mio grazie perchè oggi non saremmo qui. Grazie.