BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Rotondi (Pdl): nuova alleanza con Casini, anche la Lega ci sta

Pubblicazione:mercoledì 22 dicembre 2010

parlamento_1R375_24ago08.jpg (Foto)

Rincuorato dall’appello di Napolitano alla “continuità”, dai sondaggi e dalla formazione di gruppi di responsabilità, Berlusconi ha ora davanti a sé l’obiettivo principale: convincere Casini a entrare nel governo. «Noi riteniamo di poter allargare la maggioranza uscita dal voto di fiducia - ha detto ieri sera a Matrix il Cavaliere -, ma se non ci dovessimo riuscire torneremo dagli elettori». Un’operazione comunque non facile sia perché il leader centrista ha dato vita al “Polo della Nazione”, sia per il nervosismo di Bossi. «L'Udc è con noi nel Partito popolare europeo e la nostra separazione da loro nella politica nazionale è assolutamente artificiale - dice però fiducioso il ministro Gianfranco Rotondi a IlSussidiario.net -. La rottura con Fini ha chiuso una fase politica, ora si aprono nuovi equilibri».

 

 

Sul fatto che il Governo, pur avendo superato la prova della fiducia, non può andare lontano con questi numeri non ci sono dubbi però?

 

Il 14 dicembre ha vinto la regola eterna della politica: ciò che è nel Paese è nel Parlamento. Berlusconi è il leader dell'Italia per volontà della maggioranza degli italiani e il Parlamento ha interpretato questa condizione.
Berlusconi comunque ha già offerto uno scenario di stabilità della legislatura e un curioso e nuovo affresco dello scenario successivo: si è infatti proposto come costruttore di una nuova unità dei moderati, Fli e Udc compresi, nella prospettiva di una nuova classe dirigente.

 

 

In questi giorni si parla di una nuova casa dei moderati o di costituire la sezione italiana del Partito Popolare Europeo. Lei cosa ne pensa?

 

Con pragmatismo lombardo, Roberto Formigoni ha lanciato la proposta del Ppe in Italia e ha centrato il problema: non ci possono essere in Italia due Ppe, il nostro e quello di Casini. Altrimenti facciamo come la rifondazione della Dc, ne avevamo una mentre oggi ce ne sono in giro una dozzina. È sul partito che dobbiamo aprire un confronto con Casini.

 

 

Cosa intende?


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
24/12/2010 - Il vero leader deve saper valorizzare (PAOLA CORRADI)

Per esperienza posso dire che è solo il leader che può "cedere" la "leadership" o almeno condividerla. Quelle che abbiamo visto sono solo prove di forza, estremamente faticose e prive di reale efficacia. L'intelligenza di un vero leader è quella di saper armonizzare o meglio valorizzare le forze disponibili.