BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FEDERALISMO/ Ricolfi: ecco perché il Sud è più ricco del Nord

Pubblicazione:mercoledì 10 febbraio 2010

italia_puzzleR375_23ago08.jpg (Foto)

Non ho le idee chiarissime su questo punto, perché non l’ho ancora studiato a sufficienza (soprattutto in termini di simulazione degli effetti). Per quel che riesco a vedere, i problemi più gravi del nostro sistema fiscale sono quattro: l’eccessiva complessità; la tassazione separata delle rendite finanziarie, specie per quanto riguarda i titoli di Stato; il peso eccessivo dell’imposizione sulle imprese; il peso troppo basso delle imposte indirette e sul patrimonio. A mio parere una buona riforma fiscale dovrebbe spostare il prelievo sui consumi e sui patrimoni, alleggerire le imposte sui produttori (Irap e Ires), vietare la tassazione separata dei redditi di origine finanziaria.


Perché la tassazione delle rendite finanziarie è un problema?


Ci si stupisce tanto che ci siano pochissimi super-ricchi in base alle dichiarazioni Irpef, ma ci si dimentica che un soggetto che incassa 100 mila euro l’anno grazie al possesso d titoli di stato non è tenuto a dichiarare nemmeno 1 euro, visto che i suoi redditi sono tassati alla fonte con la ridicola aliquota del 12.5%.


E perché la soluzione dovrebbe essere spostare la tassazione sui consumi?

 

So che le imposte sui consumi (come l’Iva) non piacciono ai sindacati, perché si osserva, correttamente, che sono regressive (i poveri consumano una quota del loro reddito maggiore di quella dei ricchi). Si trascura però un punto fondamentale per un paese che ha tanto nero e tanta economia criminale come l’Italia: le imposte sui consumi sono le uniche che vengono pagate anche dagli evasori totali e dalla criminalità organizzata. Senza contare i benefici sulla bilancia dei pagamenti, visto che l’Iva colpisce le importazioni ma non le esportazioni.


Nella sua analisi il tenore di vita ha un ruolo fondamentale. Perché?

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'INTERVISTA CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
29/12/2011 - Sud ricco xché pieno di disocc.ti? Balla spaziale (Gianni Giaccaglini)

L'esimio prof. Ricolfi ammette che il Sud è stato depredato dal Nord, ma trascura di indagare se si tratta di cosa passata o anche recente. Pino Aprile sostiene il contrario, citando dati precisi, si direbbero confermati dalla terrificante carenza di investimenti in ferrovie, strade e infrastrutture. Invece il Ricolfi esprime per lo più pregiudizi non sempre validi(Mafia? ok; lavoro nero? ma ce n'è TANTO pure al Nord...). Ma dove batte ogni record di stramberia è nel sostenere la tesi che il tempo libero è fonte di ricchezza!!! (Sinceramente pensavo che Aprile avesse equivocato... Macché!). Se ne deduce un rimedio molto semplice: Aumentare la disoccupazione al Nord. Così vivono tutti felici e contenti, tanto a lavorare ci pensano gli extracomunitari, no?