BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NAPOLITANO/ Il presidente all'Accademia dei Lincei: Basta volgarità sull'unità d'Italia

Duro il monito di Napolitano che, sull’Unità d’Italia, ammonisce: «Basta giudizi sommari e pregiudizi volgari sulla formazione dell'unità d'Italia» e stop ai «rumorosi detrattori» dell'Italia unita

Napolitano2_R375.jpg (Foto)

NAPOLITANO DIFENDE L’UNITA’ D’ITALIA - Duro il monito di Napolitano che, sull’Unità d’Italia, ammonisce: «Basta giudizi sommari e pregiudizi volgari sulla formazione dell'unità d'Italia» e stop ai «rumorosi detrattori» dell'Italia unita. Napolitano, intervenendo al convegno Verso il 150° dell'Italia unita: tra riflessione storica e nuove ragioni di impegno condiviso tenutosi presso l’Accademia dei Lincei, ha condannato «i bilanci di stampo liquidatorio sul cammino intrapreso dal Paese dopo il 1861».

 

NAPOLITANO SULLA QUESTIONE MERIDIONALE - Per Napolitano l’intervento sull’Unità d’Italia è stata l’occasione per ricordare che «affrontare nei suoi termini la questione meridionale è un dovere della comunità nazionale e un impellente interesse comune per garantire all’Italia un più alto livello di sviluppo e di competitività. Non c’è alternativa – ha aggiunto Napolitano - al crescere di più e meglio insieme».


GLI ITALIANI NON CONOSCONO L’UNITA’ D’ITALIA - Secondo il presidente Giorgio Napolitano, sull’Unità d’Italia peserebbe «un grave deficit di conoscenze storiche diffuse di cui soffrono intere generazioni di italiani». La negazione dell’unità d’Italia, a detta di Napolitano, dipenderebbe dalla «deriva di vecchi e nuovi luoghi comuni, di umori negativi e di calcoli di parte».


PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO