BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Folli: così la politica degli scandali inchioda sul pari Bersani e Berlusconi

Lo scontro politico originato dal "caso Bertolaso" non sembra destinato a placarsi e accompagnerà questo ultimo mese che ci divide dalle elezioni regionali

BerlusconiBertolasoLato_R375.JPG (Foto)

Il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, coinvolto in un’inchiesta giudiziaria sugli appalti del G8, nonostante le richieste dell’opposizione, per ora rimane al suo posto. Le sue dimissioni sono infatti state rifiutate dal premier, Silvio Berlusconi. Lo scontro non sembra però destinato a placarsi e accompagnerà questo ultimo mese che ci divide dalle elezioni regionali. Stefano Folli, editorialista de Il Sole 24 Ore, ne ha discusso con ilsussidiario.net.

L’inchiesta che coinvolge la Protezione Civile, al di là delle conseguenze giudiziarie a cui giungerà, sta mettendo in discussione il “modello Bertolaso”. Lei cosa ne pensa?

Guido Bertolaso ha segnato una fase molto importante e positiva della Protezione Civile italiana. Ha creato un modello che è stato studiato anche all’estero per la sua efficacia. Allo stato delle cose rimane un servitore dello stato che ha commesso dei peccati di stile, si è mosso con una certa spregiudicatezza se vogliamo, ma è ancora da dimostrare che abbia commesso dei reati. Non penso che il suo modello sia da mettere in discussione per quanto riguarda la gestione delle emergenze. Nella gestione dei grandi eventi è chiaro invece che non si possa prescindere dai controlli.

Nelle sue risposte alle "dieci domande" di Repubblica Bertolaso ha chiamato in causa il Presidente Napolitano. Pensa che si sia fatto scudo in maniera impropria del Presidente della Repubblica, come sostengono molti commentatori?


Anche se ha fatto bene a rispondere, questo è proprio uno di quegli errori di stile a cui facevo riferimento prima. Non bisognerebbe tirare per la giacca il Presidente su un tema decisamente scivoloso come questo. Ora è bene che l’inchiesta proceda celermente per evitare che vada perso anche ciò che di buono c'è nell'esperienza della Protezione Civile.

Il fatto che sia coinvolto Denis Verdini, coordinatore del Pdl, fa fare un "salto di qualità" a questa inchiesta?
 


CLICCA IL SIMBOLO QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO


COMMENTI
17/02/2010 - Santo subito? (Franco Labella)

Un'umile obiezione:ma i meriti di Bertolaso lo assolvono da eventuali errori e/o eventuali reati commessi? Qui si parla di un avviso di garanzia per una eventuale corruzione mica lo si accusa di aver calpestato le aiuole... Franco Labella

 
17/02/2010 - Mia umile opinione. (claudia mazzola)

Tantissimi sono grati ai fatti buoni di Bertolaso, guarda caso chi parla male di lui non è mai in prima linea, comodo!