BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BERLUSCONI/ Il premier lancia Letta al Quirinale. E confida: "Vogliono farmi fuori"

Si è parlato di tutto durante la cena di Berlusconi a Palazzo Grazioli , in compagnia di un gruppo di senatori del Pdl: Quirinale, elezioni regionali, scandali e intercettazioni

BerlusconiR375_26gen09.jpg (Foto)

Si è parlato di tutto durante la cena di Berlusconi a Palazzo Grazioli , in compagnia di un gruppo di senatori del Pdl. Non sono un clima rilassato per Silvio Berlusconi e i suoi ospiti, con canzoni dello stesso premier accompagnate dall’immancabile Mariano Apicella, ma anche considerazioni politiche. La più importante è quella che Berlusconi ha dedicato al fido Gianni Letta, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e amico da una vita. “La presidenza della Repubblica - ha detto Berlusconi - è un posto per chi ha dato tanto, è un posto per Letta”.

Non è la prima volta che si fa il nome di Gianni Letta, venuto fuori anche durante le scorse elezioni, quelle che hanno portato all’elezione di Giorgio Napolitano. Certamente quello di Letta è un alto profilo personale e istituzionale e l’elezione alla presidenza sarebbe il coronamento, come ha detto Berlusconi, di una vita spesa per la politica, sempre fuori dai toni dello scontro ma anzi conciliante, laboriosa e sempre aperta alla mediazione. Si tratta ora di interpretare le parole di Berlusconi su Letta e capire se si tratta di una semplice attestazione di stima  oppure se vanno valutate nel quadro delle pressioni e del compito difficile che Gianni Letta sta svolgendo in questo momento preciso, sotto il fuoco di fila delle indagini che interessano il capo della Protezione civile Guido Bertolaso e gli appalti sui quali sta indagando la procura di Firenze.

Clicca >> qui sotto per continuare la lettura dell’articolo sulle ultime dichiarazioni di Berlusconi