BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Binetti: noi cattolici traditi da Bersani che ha sposato i Radicali

Pubblicazione:

BinettiPaola_R375.jpg



Il Pd si è consegnato ai Radicali, alla Bonino nel Lazio, ma non solo. Questa opzione non era assolutamente nei patti e ha reso incompatibile la mia permanenza. Per questo ho capito che avrei rappresentato con più coerenza le mie convinzioni entrando nell’Udc.

Questa virata ha coinciso con l’elezione di Bersani alla segreteria del partito?

Forse è ingiusto dire così, anche se era nell’aria. Ha influito maggiormente il cambiamento della strategia radicale. Dopo anni in cui hanno privilegiato le elezioni nazionali e europee ora i Radicali puntano con forza alle Regionali. Il disegno è chiaro:  modificare per via amministrativa le politiche della famiglia e della vita. Il Pd avrebbe dovuto reagire in modo più chiaro e garantista, anche per rispetto alla propria Carta dei valori e al proprio Statuto.

La sintesi a questo punto è impossibile?

La sintesi nuova di cui parla Bersani è totalmente diversa da quella originaria che aveva due punti di riferimento chiari. Tra quelle due culture oggi si innesta come un cuneo quella radicale. Di conseguenza ciò che era difficile diviene impossibile.

La pensano così anche quegli esponenti cattolici che sono rimasti all’interno del Partito Democratico?

I cattolici del Pd non sono pochi, come qualcuno pensa. Il fatto è che si sono abituati a subire. Non è il coraggio che gli manca, ciò che spesso li porta a tacere è un equivoco di fondo sul concetto di dialogo. La prospettiva del dialogo ai loro occhi si configura nella dimensione del sacrificio e della tendenza a mettere da parte le proprie convinzioni. Il dialogo è invece il coraggio della chiarezza, non la rinuncia. A mio parere comunque, i cattolici oggi non possono più assistere in silenzio sperando che si mantenga lo status quo.

A cosa si riferisce?

 

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
18/02/2010 - Meglio tardi che mai! (Alberto Pennati)

"I valori cattolici non incidono sul dibattito parlamentare del Pd e sulle proposte di legge". Ciò che meraviglia è che alcuni cattolici abbiano potuto credere diversamente. Penso che questo debba essere tenuto in considerazione anche dagli elettori dell'Udc, visto che non è stato ancora capito (si fa per dire) dal loro segretario. Forse però la Sig.ra Binetti si è accorta troppo tardi di aver fatto una "gaffe", quando - alla fine - dice che "il voto cattolico può indirizzarsi tranquillamente al Pd". Il lupo perde il pelo.......