BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

GIUSTIZIA/ Pisanu: "Peggio di Tangentopoli. La corruzione è dilagante"

NUOVA TANGENTOPOLI? LE DICHIARAZIONI DI PISANU: «La corruzione è dilagante L'Italia può restare schiacciata» L'ex ministro dell'Interno Pisanu interviene sul tema caldo del giorno: le nuove norme sui candidati, sulla corruzione

pisanu_R375.jpg(Foto)

«La corruzione è dilagante L'Italia può restare schiacciata» L'ex ministro dell'Interno Pisanu interviene sul tema caldo del giorno: le nuove norme sui candidati, sulla corruzione: «La corruzione è dilagante L'Italia può restare schiacciata. Per certi versi siamo oltre la vecchia tangentopoli. Allora crollò il sistema del finanziamento dei partiti. Oggi è la coesione sociale, è la stessa unità nazionale a essere in discussione, al punto da venire apertamente negata, anche da forze di governo. Si chiude l’orizzonte dell’interesse generale e si aprono le cateratte dell’interesse privato, dell’arricchimento personale, della corruzione dilagante. C’è la corruzione endemica, denunciata dalla Corte dei Conti; e c’è quella più strutturata e sfuggente delle grandi organizzazioni criminali, tra le più potenti al mondo. In ordine d’importanza: ’ndrangheta, Cosa Nostra, camorra».
Pisanu, dalle colonne del Corriere della Sera continua: «Non parlerei di nuova Tangentopoli. Il contesto è diverso anche se il fango è lo stesso. Speriamo che si arrivi presto alla verità e senza vittime innocenti. Diciotto anni fa furono troppe, e la giustizia pagò i suoi errori perdendo dignità e consenso».